Coppa Italia, Inzaghi: “Abbiamo creato tanto, bravi a reagire. Pazzini ha tutta la mia fiducia”

Soddisfatto il tecnico rossonero per la vittoria dei suoi ragazzi contro il Sassuolo. Così il Milan si qualifica ai quarti di finale di Coppa Italia

Coppa Italia, Inzaghi: “Abbiamo creato tanto, bravi a reagire. Pazzini ha tutta la mia fiducia”
Coppa Italia, Inzaghi: “Abbiamo creato tanto, bravi a reagire. Pazzini ha tutta la mia fiducia”

Al termine della sfida di Coppa Italia tra Milan e Sassuolo ai microfoni di Rai Sport, mister Pippo Inzaghi ha analizzato la vittoria e la qualificazione ai quarti di finale:“Un palo, una traversa, tanti tiri. Dobbiamo continuare così, sono contento. Non ho visto molte difficoltà, non abbiamo subito. Abbiamo creato tanto, bravo il loro portiere. Davanti tutti molto bene, da Pazzini fino a Cerci e El Shaarawy. Contro questo Sassuolo tutti farebbero fatica. Ogni tanto quelli che ho davanti li farò giocare insieme, altre volte no, sono felice di avere abbondanza. Pazzini titolare? Qualcuno purtroppo deve restare fuori, io cerco sempre equilibrio. Menez e Pazzini possono giocare insieme, vedremo. E’ dura tenere fuori Bonaventura e Cerci. In Italia siamo bravi a dare sempre giudizi affrettati, a me non interessa. Dopo il Real eravaìmo fortissimi, ora siamo scarsi. Ci vuole equilibrio. La squadra forse ogni tanto ripiomba nelle proprie paure, io devo dare tranquillità. Quel rigore dato così poteva tagliare le gambe a chiunque, ma ai miei ragazzi no. Nell’arco della nostra crescita ci sta una battuta d’arresto, stasera abbiamo fatto il nostro dovere e dobbiamo continuare così. Pazzini e Menez sono centravanti diversi. Certe partite il Pazzo poteva giocare, ma le espulsioni hanno cambiato le carte in tavola. Ho tanta fiducia in Giampaolo e lui lo sa. Se continua così, saremo tutti felici”. 

Il gol del definitivo 2-1 dei rossoneri è stato firmato da Nigel De Jong: “Non è importante chi segna, ma conta vincere. Non è stata una partita facile, contro un buon Sassuolo. Ma abbiamo vinto e questo è l’importante. È la prima vittoria del nuovo anno ed è importante per la fiducia della squadra. Ora dobbiamo lavorare in vista dell’Atalanta. L’obiettivo? Resta sempre il terzo posto. Cerchiamo sempre di attaccare, oggi non c’era Menez ma ha giocato Pazzini e ha fatto una grande partita. Sono contento per lui. Dobbiamo lavorare ancora tanto”.

Anche Eusebio Di francesco, nel post-partita ai microfoni di Rai Sport, commenta la gara di San Siro: “E’ stata una partita aperta. Però manca un gol valido nostro che poteva cambiare il secondo tempo. Siamo stati bravi a riprenderla dopo. Siamo stati un po’ ingenui sul gol loro, ma ci può stare. Ho fatto giocare ragazzi che hanno giocato meno finora e sono contento. Loro sono stati più bravi negli episodi, noi un po’ più disordinati. Comunque va bene così”. Ritorna sull’episodio del gol annullato al Sassuolo per fuorigioco: “Per me non è una bella chiamata del guardalinee. Dovremmo ritornare sul discorso che siamo il Sassuolo, esiamo “piccolini”. D’altronde lo sappiamo cosa dice il regolamento in caso di fuorigioco dubbio. Comunque non parliamo di arbitri. Parliamo della gara, anche il Milan ha fatto una bella partita. Mi sono divertito a vedere i miei ragazzi che giocano solitamente di meno fare una bella prestazione”.


Share on Facebook