Milan, buona l'ultima a San Siro

Convincente vittoria per la squadra di Inzaghi, espulso e alla sua ultima partita nel suo amato stadio, contro un Torino con troppe assenze

Milan, buona l'ultima a San Siro
Milan, buona l'ultima a San Siro
Milan
3 0
Torino
Milan: (4-3-3):Abbiati; Zaccardo, Alex (Mees 45'), Paletta, Bocchetti; Poli (Mastalli 75'), De Jong, Van Ginkel; Honda, Pazzini, El Shaarawy (zapata 67'). A disposizione: Diego Lopez, Donnarumma (99), Felicioli (37), Mexes, Zapata, Mastalli (36), Piccinocchi (38), Cerci, Destro, Di Molfetta (35), Mastour. Allenatore: Filippo Inzaghi
Torino: Padelli; Darmian, Glik, Moretti; Bruno Peres, Vives (benassi 54'), Gazzi (Basha 66'), El Kaddouri, Molinaro; Amauri, J.Martinez (rosso 72'). A disposizione: Ichazo, Zaccagno (74), Jansson, Gaston Silva, A. Gonzalez, Basha, Benassi, Morra (75), Rosso (90). Allenatore: Giampiero Ventura
SCORE: 3-0 El shaarawy 17' 64' Pazzini 56'
ARBITRO: Arbitro Paolo Valeri Cartellino Giallo: Keisuke Honda 12' Gazzi 39' Poli 44' Moretti 50' Pazzini 57' Van Ginkel 77' Rosso: Zaccardo 42' Molinaro 55'

Si chiude nel migliore dei modi l'ultima a San Siro del Milan che, dopo aver regalato più dispiaceri che sorrisi, rifila un netto 3-0 al Torino grazie al ritorno alla doppietta del ritrovato El Shaarawy e al centesimo gol in Serie A di Pazzini. I padroni di casa si schierano con il solito 4-3-3 con Pazzini ed il Faraone che sostituiscono rispettivamente Destro e lo squalificato Bonaventura mentre in difesa il forfait dell'ultima ora di Abate, lancia Zaccardo titolare con Bocchetti a sinistra mentre a difendere i pali rossoneri c'è Abbiati, ancora in bilico se rinnovare o no. Dall'altra Ventura deve far fronte ad assenze pesanti soprattutto in attacco dove mancano Quagliarella e Maxi Lopez mentre in difesa lo squalificato Maksimovic viene sostituito da Darmian nell'inedito ruolo di terzo centrale con Peres e Molinaro sulle fasce.

La gara è abbastanza noiosa con ritmi lenti e poche giocate degne di nota e solo qualche disimpegno avventato di Padelli regala un paio di sussulti agli spettatori. Si arriva così al minuto 18 quando un cross dalla trequarti di Zaccardo trova El Shaarawy tutto solo al limite dell'area che stoppa e calcia un preciso destro che non lascia scampo a Padelli. Secondo gol stagionale per il Faraone che non segnava dalla gara di Marassi contro la Sampdoria. Il Toro non riesce a rispondere al vantaggio dei rossoneri perchè là davanti Amauri e Martinez si cercano tanto ma si trovano poco così hanno vita facile Alex e Paletta. La svolta che avrebbe potuto cambiare la partita arriva al 42esimo quando Zaccardo stende Molinaro lanciato a rete e viene giustamente espulso da Valeri. Azione nata però da un fuorigioco non segnalato di Amauri. Inzaghi decide di spostare Poli nel ruolo di terzino, chiedendo maggior sacrificio agli esterni d'attacco ma il tecnico rossonero non digerisce il rosso e viene espulso nell'intervallo.

L'inizio del secondo tempo è però ancora di marca rossonera che nonostante l'uomo in meno tiene in mano il pallino del gioco e al 56' si torna in parità numerica quando Molinaro ferma fallosamente Van Ginkel tutto solo davanti a Padelli. Rosso per l'esterno granata e dal dischetto si presenta Pazzini che spiazza Padelli e festeggia il gol numero 100 nel massimo campionato italiano con tanto di maglietta celebrativa. Gara in ghiaccio ormai con il Toro che sembra non crederci più e Milan che gioca senza troppe tensioni e al 65esimo arriva anche il terzo gol grazie a una bella imbucata di Van Ginkel per El Shaarawy che può così siglare la doppietta personale come non accadeva dal novembre 2011. Partita virtualmente chiusa con i minuti finali che servono solo per far esordire a San Siro due giovanissimi come Rosso nelle file del Toro e Mastalli in quella dei padroni di casa. Al triplice fischio applausi per tutti, per un Torino che dice definitivamente addio ai sogni europei nonostante una buonissima stagione e al Milan che chiude nel migliore dei modi la sua stagione tra le mura amiche.