Witsel ha detto sì al Milan. Adesso manca solo l'accordo con lo Zenit

Witsel avrebbe dato il proprio assenso al trasferimento al Milan, trovando anche una base d'accordo con i rossoneri. Ora serve trattare con lo Zenit di San Pietroburgo.

Witsel ha detto sì al Milan. Adesso manca solo l'accordo con lo Zenit
Witsel, il Milan continua a pensare a lui a centrocampo

Witsel-Milan, pista che sembrava essersi raffredata e non poco negli ultimi giorni, ma che potrebbe tornare di forte attualità. Ad Antenna Tre ha parlato Riccardo Napolitano, uno degli intermediari italiani del belga. Ecco le sue parole:

"I giornali belga che hanno dato per certo l'affare con il Milan sono un po' prematuri. La perplessità di Axel sulla scelta Milan era esclusivamente per la mancanza delle coppe europee. Witsel cercava una squadra che giocasse in Europa e possibilmente la Champions. Vista l'insistenza del club rossonero, però, il ragazzo ha dato un assenso di massima al Milan, anche senza avere ancora l'accordo economico già definito totalmente. Uno degli ostacoli è stato quindi superato. Resta però quello più grande da superare: lo Zenit, che non ha alcun bisogno di fare cassa. Il Milan vorrebbe prenderlo a 20 milioni di euro, mentre lo Zenit ne vuole 30/35.

Sono diverse settimane che c'è l'interesse del Milan. C'è stato anche quello della Juve, ma si è un po' raffreddato dopo il rallentamento nella vendita di Vidal e dello stesso Pogba. Parlando un paio di settimane fa con Paratici il primo obiettivo era Witsel qualora fossero andati via uno dei due. Se la Juventus dovesse far partire uno dei due centrocampisti, potrebbe poi aprirsi il giochino delle aste. Che tipo di giocatore è Witsel? E' sicuramente un top player, è un ragazzo dalle mille qualità ed ha ampi margini di miglioramento. Un giocatore come lui sarebbe un colpaccio per il Milan di Mihajlovic. Lui ha messo l'Italia come priorità."


Share on Facebook