Milan, Mister Bee vuole firmare entro il 31 luglio

Il brooker thailandese sarà a Milano mercoledì per chiudere l'accordo con Berlusconi

Milan, Mister Bee vuole firmare entro il 31 luglio
Milan, Mister Bee vuole firmare entro il 31 luglio

E' tutto pronto in casa Milan per la chiusura della trattativa con Bee Taechaubol. Se i piani saranno rispettati, potrebbe essere martedì, o più probabilmente mercoledì, il giorno dell'arrivo a Milano del brooker thailandese per la firma finale dell'ingresso in società.  I soldi che il Milan incasserà serviranno in parte, circa 100 milioni, a finanziare anche il mercato. La squadra, intanto, lavora al caldo della Cina tra idee tattiche in evoluzione di Mihajlovic e trattative di calciomercato che, per ora, rimangono ferme. Ma subito dopo la firma da parte di Mr Bee, infatti, il Milan potrebbe nuovamente ritoccare verso l'alto l'offerta per Romagnoli oggi ferma a 25 milioni, a fronte dei 30 richiesti dalla Roma. 

L’accordo prevede l’acquisto delle quote di minoranza del Milan per una cifra vicina ai 485 milioni di euro, che consentirà a mister Bee Taechaubol di diventare socio di minoranza per una quota vicina al 48%.  Il broker di Bangkok non ha chiesto nessuna proroga alla data prevista per il closing, cioè il 3 agosto: dunque nessun intoppo e nessun ritardo sulla trattativa e sulla possibilità di investimento nelle quote Milan. Fininvest conta di trovare un'intesa entro il 31 luglio con Mister Bee, data ultima dell'accordo in esclusiva di otto settimane firmato lo scorso 5 giugno.  A breve quindi partirà il progetto che porterà in 18-24 mesi alla quotazione del club rossonero nella Borsa di Hong Kong. Mr. Bee, che fra gli investitori legati alla sua cordata può contare sulla ADS Securities di Abu Dhabi e la Citic Bank cinese, avrà diritto a nominare la metà meno uno dei consiglieri di amministrazione.

Ci siamo quasi, siamo alle battute finali: è solo una questione di giorni e Mr Bee, Bee Taechaubol all'anagrafe, entrerà nell'organigramma del Milan. Un passaggio storico nella grande storia rossonera che potrebbe significare l’uscita di scena graduale della famiglia Berlusconi.  


Share on Facebook