Berlusconi-Mihajlovic, contatto telefonico. La fiducia c'è, ma urge un cambio di rotta

Silvio Berlusconi ha avuto una conversazione telefonica con Sinisa Mihajlovic all'indomani della batosta contro il Napoli. Il serbo non è in bilico, ma alla ripresa ci si aspetta dell'altro.

Berlusconi-Mihajlovic, contatto telefonico. La fiducia c'è, ma urge un cambio di rotta
Silvio Berlusconi, presidente del Milan

Una telefonata, come ogni Lunedì da quello che sembra, ma questa volta dai contenuti un pizzico diversi dal solito. Silvio Berlusconi ha voluto parlare di persona con Sinisa Mihajlovic al telefono, secondo Gazzetta.it, dopo l'umiliazione contro il Napoli a San Siro. Nessuna dichiarazione pubblica, a parte un breve post sulla propria pagina Facebook, da parte del presidente che ha preferito lavare i panni sporchi rossoneri in casa propria.

Il concetto fondamentale è stato questo: Sinisa Mihajlovic non è in bilico sulla panchina del Milan. Berlusconi ha ribadito la propria fiducia e quindi quella di tutta la società nei confronti dell'allenatore serbo. Allo stesso tempo è stato chiesto un cambio di marcia sotto ogni punto di vista alla ripresa del campionato dopo la sosta per le Nazionali. Il trio di partite contro Torino, Chievo e Sassuolo non deve essere sbagliato dalla squadra. Imprevedibili al momento le conseguenze di un'altra serie di debacle come quella contro il Napoli di Sarri. Mihajlovic ha recepito il messaggio e dopo un paio di giorni di riposo a Roma è pronto a tornare a Milanello per mettersi al lavoro con i giocatori non convocati dalle Nazionali in vista dell'amichevole contro il Monza. Gara in cui il serbo potrebbe iniziare a sperimentare alcune soluzioni a livello tattico da poter magari sfruttare nel corso dei prossimi impegni del suo Milan in campionato.

AC Milan