Milan, Mihajlovic: "Sono convinto di risolvere i problemi. Balotelli è più grave del previsto"

Alla consueta conferenza stampa a Milanello, il tecnico rossonero, Sinisa Mihajlovic parla alla vigilia della sfida contro il Sassuolo. Novità su Balotelli e ribadisce fermamente la sua posizione riguardo ad un possibile avvicendamento in panchina.

Milan, Mihajlovic: "Sono convinto di risolvere i problemi. Balotelli è più grave del previsto"
Mihajlovic: "Sono convinto di risolvere i problemi. Balotelli è più grave del previsto"

Si ricominicia: domani alle 15, il Milan ospita a San Siro una delle squadre più in forma del campionato, il Sassuolo. Tanti temi toccati nella conferenza stampa a Milanello, dove Sinisa Mihajlovic ha ribadito la sua fiducia nella squadra, mentre ha aggiornato la stampa sui guai fisici di Balotelli.

Sulla crisi che sta attraversando la squadra, il tecnico serbo vede la luce in fondo al tunnel"E' dall'inizio campionato che stiamo cercando di trovare continuità nella prestazioni. La squadra gioca bene, poi commette qualche errore a causa della paura e poi non è facile recuperare. Io sto lavorando per risolvere questi problemi, non voglio essere presuntuoso, ma credo di avere le caratteristiche morali per riuscirci. Se non ci riesco io serve un esorcista. In questo momento non siamo un top club mondiale, ma stiamo cercando di ritornare ad esserlo. Serve tempo, negli ulti anni il milan ha perso la sua spina dorsale, lo zoccolo duro. Anche le altre squadre quando perdono giocatori importanti poi hanno delle difficoltà. Non so quanto ci vorrà, serve un po' di pazienza. Questa squadra ha qualità e può fare certamente di più. Se facciamo un po' di vittorie possiamo risalire la classifica. Domani però non sarà facile, il Sassuolo è una delle squadre più in forma.Non ho ancora deciso la formazione, aspetto la rifinitura, così come il portiere deve essere valutato, è un giocatore come tutti gli altri."

Mihajlovic respinge tutte le voci di un possibile esonero: "So come funziona il calcio, se non ci sono i risultati il calcio ha le sue regole. Credo che prima di cambiare un allenatore bisogna vedere se la squadra sta con il tecnico oppure no. Questo non è il caso del Milan, i ragazzi stanno lavorando duramente per uscire da questo momento difficile. Io sono convinto di risolvere i problemi del Milan. Ho un ottimo rapporto con il presidente, anche l'ultima volta mi ha detto di stare sereno, anche se poi mi hanno detto che in politica questa parola non è molto positiva (ride). Sono orgoglioso di poter parlare spesso con lui, discutiamo sia di calcio che di altro. Ho grande rinoscenza nei suoi confronti e in Galliani per l'opportunità che mi hanno dato. Qaundo le cose non vanno bene a me dispiace prima di tutto per il presidente. Io non sono uno a cui piace avere debiti, quindi cercherà di saldarli."

L'allenatore milanista conferma le brutte notizie riguardo il problema fisico, che ha messo al tappeto Mario Balotelli: "Non sta bene, ci sono momenti in cui migliora e altri in cui peggiora. Alcuni giorni ha dolore, mentre altri no. Sta lavorando, sta facendo le cure giuste per la pubalgia, speriamo di recuperarlo il prima possibile. E' una cosa più grave rispetto a quello che ci si aspettava".

Con Sassuolo e Chievo Verona nel mirino, l'obiettivo è solo uno: "L'idea sarebbe fare risultato e giocare bene nelle prossime partite, noi siamo il Milan e dobbiamo arrivare al risultati attraverso il gioco. Sicuramente vincere aiuta a vincere, in questo momento abbiamo bisogno di una vittoria. Abbiamo due partite in casa, dobbiamo cercare vincerle entrambe. Se giochiamo come sappiamo possiamo battere sia Sassuolo che Chievo. Non dobbiamo avere paura di nessuno". 

AC Milan