Il Milan vola il semifinale, Mihajlovic: "Vittoria meritata"

Il tecnico rossonero analizza il passaggio del turno in Coppa Italia

Il Milan vola il semifinale, Mihajlovic: "Vittoria meritata"
Il Milan vola il semifinale, Mihajlovic: "Vittoria meritata"

Missione compiuta. Al Milan e a Mihajlovic serviva solo una vittoria per proseguire il cammino nella Tim Cup e per allontanare le voci dell'esonero del tecnico serbo. I rossoneri si impongono 2-1 sul Carpi e in semifinale dovranno vedersela con la vincente tra Spezia e Alessandria. 

IL RIASSUNTO DELLA PARTITA

Mihajlovic sa che la Coppa Italia è la strada al momento più semplice per raggiungere l' Europa League e mette in campo molti titolari. Modulo 4-4-2, quello che fin qui ha convinto di più. In porta c'è Abbiati, difesa formata da De Sciglio, Zapata, Romagnoli e Antonelli. A centrocampo Honda, Montolivo, Kucka e Bonaventura. In attacco Niang e Bacca. 

La squadra di Castori si presenta a San Siro col 4-4-1-1. Brkic tra i pali, Zaccardo, Simone Romagnoli, Gagliolo e Letizia in difesa. Pasciuti, Marrone, Bianco e Gabriel Silva a centrocampo, Lollo dietro Lasagna.Il primo tempo è un monologo rossonero, il Carpi trova qualche spunto qualche minuto prima del 45'. Al 14' Bacca sblocca la gara con una rabona poi al 28' serve l'assist a Niang che firma il 2-0. Dopo 5 minuti del secondo tempo accorcia le distanze Mancosu, all'esordio in maglia biancorossa. Nel Milan entrano Boateng e Bertolacci per Niang e Kucka. 

Così Sinisa Mihajlovic soddisfatto ai microfoni di Rai Sport:"Sapevamo che non sarebbe stato facile, i ragazzi hanno voluto questa qualificazione. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, meritavamo più gol . Dovevamo chiuderla prima. Poi nei primi 10 minuti del secondo tempo quando abbiamo preso il gol ci siamo complicati un po' la vita. Dopo abbiamo preso le redini del  gioco, abbiamo avuto le occasioni per fare il terzo gol. Vittoria meritata.Sicuramente si deve migliorare nella cattiveria sotto la porta, nelle utime tre partite tra Verona, Bologna e Roma avremmo meritato 9 punti ma ne abbiamo fatti 2, abbiamo creato tanto. Meritavamo 6-7 punti in più per quello che abbiamo fatto. "

Il tecnico rossonero continua ad analizzare il match: "Se creiamo tanto e facciamo pochi gol è anche colpa nostra. Bisogna buttarla dentro. La mia squadra fisicamente sta bene.Bisogna cercare di tener palla quando si è in difficolta, questa è una cosa che si deve miglirorare. Sulla cessione di Luiz Adriano abbiamo saputo 2 gironi fa , ieri si è fatto tutto.La  società ha fatto bene ,lo ha preso a 8 milioni e venduto a 14. Con la rosa completa si può lottare per il terzo posto. Balotelli ha recuperato, tra poco torna Menez e poi ci sono Bacca e Niang. La rabona di Bacca è stata rischiosa ma lui il gol ce l'ha nel sangue. Montolivo è un giocatore importante, ha tempi di gioco e personalità. Da quando è rientrato ha fatto molto bene e sono contento di lui. Mi dispiace quando sento fischi su Riccardo e sugli altri giocatori del Milan, noi dobbiamo essere bravi a trasformare questi fischi. "Chiusura sul futuro: "Non mi interessano le voci di esonero, lavoro duro e cerco di dare il massimo, non mi sono mai preoccupato di queste cose. Vado avanti a testa alta."

Con la qualificazione in tasca, il Milan adesso guarderà con più fiducia il big match casalingo di campionato di domenica contro la Fiorentina.


Share on Facebook