Milan, continua la rincorsa verso il 3° posto. Mihajlovic: "Le prossime tre partite saranno fondamentali"

Il tecnico rossonero in conferenza stampa: "Juventus e Napoli sono le più forti, poi la Roma ha qualcosa in più perchè è subito dietro. Dobbiamo cercare di vincerle tutte, ma è molto difficile".

Milan, continua la rincorsa verso il 3° posto. Mihajlovic: "Le prossime tre partite saranno fondamentali"
Milan, continua la rincorsa verso il 3° posto. Mihajlovic: "Le prossime tre partite saranno fondamentali"

Dopo la bella prova in semifinale di Coppa Italia, il Milan è atteso dalla delicata trasferta di domani pomeriggio sul campo del Sassuolo. Dopo la vittoria contro il Torino, Sinisa Mihajlovic non vuole perdere terreno in vista della corsa Champions League e, con il match contro gli uomini di Di Francesco, ha l’opportunità di continuare la rincorsa al terzo posto. I rossoneri sono reduci da nove risultati utili consecutivi, non hanno mai perso nel girone di ritorno e sono a meno 1 dal quinto posto occupato dall’Inter.

Proprio il tecnico rossonero ha da poco concluso la consueta conferenza stampa pre match. Un vero e proprio banco di prova, quello di domani pomeriggio, per il Milan, che dovrà consolidare il buon momento di forma: "L'unico modo per risalire quando sei dietro è vincere e a volte non basta. Settimana scorsa potremmo recuperare qualche punto sulla Fiorentina. Non possiamo sbagliare. Le prossime tre partite saranno fondamentali per vedere se riusciamo a lottare fino in fondo per la Champions. Cercheremo di andare là e fare il nostro dovere". Attenzione al Sassuolo che ha conquistato due successi di fila ed ha rilanciato le ambizioni in chiave europea e soprattutto i rossoneri hanno sempre e solo rimediato sconfitte in quell'impianto contro il Sassuolo: "Se io facessi il giocatore per me sarebbe uno stimolo, poi non so che effetto faccia a loro. Il Sassuolo è un'ottima squadra, ha avuto un po' di calo, ma si è ripreso. Stanno bene, sarà una partita molto difficile, ma noi abbiamo tutte le qualità per vincere. Il Milan non ha mai vinto là, ma io come allenatore non ho mai perso là. Ho piena fiducia nei miei ragazzi". Sei i punti di distanza tra le due formazioni, le più in forma dell'intera Serie A insieme a Roma e Juventus: "Noi arriveremo prima del Sassuolo in campionato, sono convinto di questo. Al di là di come andrà a finire la partita di domani".

Sulla continuità di vittorie "Per come la vedo io- afferma Sinisa Mihajovic- purtroppo non siamo in grado di fare 8-9 vittorie di fila. Vorrei essere smentito. Altrettanto sono convinto che a lungo andare recuperemo punti alle nostre avversarie. Juventus e Napoli sono le più forti, poi la Roma ha qualcosa in più perchè è subito dietro. Dobbiamo cercare di vincerle tutte, ma è molto difficile". Chance importante per Mario Balotelli, che affiancherà Bacca in attacco: "Non parlo se esulta o meno, se sorride o è arrabbiato. Deve rincorrere l'avversario, sacrificarsi. Tutti lo fanno, chi lo fa gioca e chi non lo fa non gioca. Ora ha la possibilità di giocare, se mi dà delle risposte positive continuerà a giocare, se no no. Balotelli-Bacca coppia meno assortita secondo Berlusconi? Sono pienamente d'accordo a metà. Hanno caratteristiche diverse, ma sono compatibili perchè parlano la stessa lingua". Ancora su Mario: "Deve pensare solo al Milan e sfruttare le occasioni. Il resto sarà solo una conseguenza. Sono giocatori sia lui che Menez che in passato sono stati decisivi". 

Chisura sui singoli,  Kucka: "Sta facendo bene, bisogna fare i complimenti a Galliani perchè quando lo ha preso per 3 mln erano tutti scettici. Quando mi ha chiesto gli ho detto di prenderlo subito perchè ha caratteristiche diverse da tutti i centrocampisti. Sta sfruttando le occasioni che sta avendo. Si fa sentire in campo, è un carro armato, è un ragazzo generoso. Anche quando ha dolore gioca. Da quelle parti là, dai Balcani, siamo fatti così". Bertolacci: "Bertolacci lo considero un giocatore titolare, poi dipende dallo stato di forma. Domani dovrebbe giocare, vale per lui lo stesso discorso di tutti. Anche Poli in Coppa Italia ha fatto benissimo, Mauri quando è entrato ha fatto bene. Bisogna sfruttare le occasioni che capitano, vale per tutti" infine Honda: "Deve soprattutto fare gol il numero 10 del Milan, ma lui è un numero 10 atipico, fa tutto un altro lavoro, fa un lavoro molto più complesso di un numero 10. Ci dà molto equilibrio e ci dà una grande mano con questo sistema di gioco". 

AC Milan