COMUNICATO UFFICIALE: Niang costretto ad operarsi per il problema alla caviglia

Il consulto a cui si è sottoposto Niang in Olanda non ha dato notizie positive per il Milan. Il francese si dovrà operare alla caviglia infortunata e i tempi di recupero si allungano.

COMUNICATO UFFICIALE: Niang costretto ad operarsi per il problema alla caviglia
M'Baye Niang

Attesa e tensione questa mattina in casa Milan riguardo le condizioni fisiche di M'Baye Niang. I tempi di recupero dal doppio infortunio spalla-caviglia si sapeva sarebbero stati lunghi, ma le notizie che arrivano dall' Olanda non faranno piacere a nessuno. Sinisa Mihajlovic in testa.

Questo infatti il comunicato ufficiale apparso sul sito del Milan, relativo alle condizioni dello stesso Niang e di Rodrigo Ely: " AC Milan comunica che oggi ad Amsterdam M’Baye Niang si è sottoposto  a visita specialistica presso il professor Niek Van Dijk, il quale ha stabilito che la lesione capsulo legamentosa della caviglia sinistra necessita intervento chirurgico. L’intervento sarà effettuato dallo stesso prof. Van Dijk venerdì prossimo. Il professor Van Dijk ha effettuato anche  un controllo clinico e radiografico su Rodrigo Ely. Nelle prossime due settimane il calciatore svolgerà un programma di lavoro riabilitativo ed atletico che lo riporterà alla graduale ripresa agonistica." Se l'obiettivo per Niang era la finale di Coppa Italia contro la Juventus, l'operazione in arrivo costringerà lo staff medico del Milan ad una vera e propria corsa contro il tempo. Ammesso che possa bastare per rimettere a disposizione di Mihajlovic il francese. Da parte sua Niang proverà in tutti i modi a rientrare il prima possibile, ma intanto già contro il Sassuolo si è potuto notare quanto fosse importante il lavoro del giovane francese, tanto in fase di possesso, quanto soprattutto in fase di non possesso.

Un sorriso se non altro arriva per le condizioni di Rodrigo Ely. Un inizio di stagione shock sul campo e l'infortunio lo hanno ben presto fatto sparire dai radar di Milanello, ma Galliani ha detto più volte che i rossoneri puntano sul classe '93 per il presente e soprattutto per il futuro. A Mihajlovic, però, servirebbero attaccanti e non difensori in questo momento della stagione, ma la coperta è corta e bisognerà inventarsi qualcosa.

AC Milan