Da Milanello: Montolivo in dubbio per la Juventus, Alex e Honda al lavoro con il gruppo

Il Milan prepara la delicata sfida di Sabato sera contro la Juventus a San Siro. A centrocampo c'è il rischio di un'emergenza per Mihajlovic.

Da Milanello: Montolivo in dubbio per la Juventus, Alex e Honda al lavoro con il gruppo
Riccardo Montolivo, violanews,com

Non bastasse il momentaccio, con tanto di ritiro a Milanello mal gradito dalla parte straniera della rosa del Milan, Sinisa Mihajlovic rischia di trovarsi in piena emergenza a centrocampo in vista della sfida, forse per lui decisiva, contro la Juventus di Massimiliano Allegri di Sabato sera a San Siro. Proprio quando, invece, ci sarebbe bisogno davvero di tutti.

Come riferito dal sito ufficiale rossonero, Riccardo Montolivo oggi non ha preso parte alla seduta di allenamento programmata a causa di un problema muscolare rimediato alla gamba destra nel finale della gara contro l'Atalanta. Chiaro che le sue condizioni verranno valutate con più calma, ma il problema al capitano non arriva nel momento migliore. Bertolacci non ci sarà contro i bianconeri perchè squalificato, Kucka sta recuperando anche lui da un infortunio muscolare e se anche ci sarà non sarà al 100%, mentre gli altri, Poli, Josè Mauri e Locatelli non hanno convinto oppure hanno giocato pochi minuti a causa della loro giovane età e perchè non ancora ritenuti pronti da Mihajlovic. Non proprio un quadro esaltante a pochi giorni dal confronto con Pogba e soci.

Non manca però qualche nota positiva. Alex e Honda, per esempio, hanno svolto tutto l'allenamento con il resto dei compagni. Il brasiliano ha saltato la trasferta di Bergamo, la sua esperienza e la sua leadership potrebbero essere d'aiuto in una serata che si preannuncia tesa. Probabile torni lui a fianco di Romagnoli. Importante anche il recupero di Honda. Domenica è stato fuori per una botta al piede destro rimediata in nazionale e Mihajlovic è stato costretto ad inventarsi De Sciglio ala, con risultati disastrosi. Il giapponese, così come Bonaventura dall' altra parte, non ha un sostituto e quindi il suo rientro diventa ancora più importante. La fascia destra tornerà ad essere occupata dal numero 10 ex CSKA.