Milan, Menez saluta e va al Bordeaux. Con gli infortuni urge un centrale di difesa

Jeremy Menez lascia il Milan dopo due stagioni per tornare in Francia. Sul mercato, con gli infortuni di Zapata ed Ely, è emergenza centrali.

Milan, Menez saluta e va al Bordeaux. Con gli infortuni urge un centrale di difesa
Jeremy Menez, acmilan.com

Il Milan è al lavoro sul campo negli Stati Uniti, mentre Galliani è rimasto in Europa per provare a chiudere qualche acquisto utile al progetto tecnico di Vincenzo Montella. La situazione, però, è abbastanza complicata e impantanata dalla mancata firma del preliminare con la conglomerata cinese. Se non altro si registra un'uscita dall'ampia rosa a disposizione di Montella.

Jeremy Menez, infatti, si può considerare un nuovo giocatore del Bordeaux. L'annuncio è arrivato direttamente dal sito ufficiale del club francese che ha specificato anche che le visite mediche saranno effettuate nella giornata di oggi e poi ci sarà la presentazione alla stampa di Menez. Il francese lascia il Milan dopo due stagioni molto diverse fra di loro sotto tutti i punti di vista. Nella prima, con Inzaghi in panchina, è stato capocannoniere della squadra e grande protagonista di quella stagione poco positiva per il Milan. Nella scorsa annata, invece, un lungo infortunio lo ha tenuto lontano dai campi da gioco per parecchi mesi. Montella ha fatto capire di non puntare su di lui per il suo Milan e allora ecco il ritorno in Francia. Il Milan risparmierà solo sull'ingaggio, visto che non incasserà nulla per il cartellino di Menez.

Mateo Musacchio, dailynews24.it
Mateo Musacchio, dailynews24.it

Eppure i milioni servirebbero eccome, a prescindere da chi o da cosa dovessero arrivare, per andare almeno a colmare l'attuale lacuna più importante ed evidente. La situazione legata ai centrali difensivi in questo momento a disposizione di Montella è semi tragica. Zapata ne avrà per quasi tre mesi, nei giorni scorsi si è fermato anche Rodrigo Ely, integri restano i soli Romagnoli, Paletta e Vergara, con il colombiano apparso ancora acerbo nei minuti che Montella gli ha concesso. Ecco perchè un centrale come Musacchio, primo nome della lista, servirebbe subito. Galliani ha incontrato il presidente del Villarreal e l'agente del difensore anche in questo weekend, ma la situazione è sempre quella. Senza soldi si rimane alle parole, mentre gli altri possono passare ai fatti e agli acquisti.

AC Milan