Milan ai cinesi, Fassone convince Pechino a versare in anticipo la parte restante della caparra

Il futuro dg del Milan convince Pechino a far arrivare nelle casse di Fininvest gli 85 milioni rimanenti della caparra prima del previsto.

Milan ai cinesi, Fassone convince Pechino a versare in anticipo la parte restante della caparra
Marco Fassone, lastampa.it

Chiuso il mercato estivo, tante delle attenzioni del mondo Milan e in particolare dei tifosi sono ora rivolte alle vicende societarie, con il passaggio storico ai cinesi che dovrebe concretizzarsi proprio in queste settimane. Il mese di Settembre, in questo senso, sarà molto molto importante per continuare senza intoppi sulla strada che porta al closign a Novembre.

Ecco perchè Marco Fassone, uomo scelto dalla futura nuova proprietà come referente in Italia dell'intera operazione, è al lavoro per mettere insieme i tasselli che mancano in questa gigantesca operazione. E a quanto pare l'ex dirigente fra le altre dell'Inter un primo piccolo, ma importante risultato sembra averlo già raggiunto. Al momento della firma del preliminare i cinesi hanno versato un acconto a Finivest da 15 milioni di euro, ma la caparra promessa e inserita negli accordi firmati con Finivest era da 100 milioni di euro. Gli 85 rimanenti dovevano arrivare intorno alla metà del mese, ma Fassone nei giorni scorsi pare abbia avuto una conference call con Pechino, riuscendo a convincere i compratori orientali ad anticipare questa cifra a metà della prossima settimana, anche per dare un segnale concreto e provare a spegnere definitivamente voci e rumors che ancora aleggiano su questa vicenda.

I milioni in arrivo sarebbero stati molto utili per il mercato estivo, ma i tempi della definizione del preliminare si sono dilatati e così di conseguenza anche qualsiasi altra operazione, che ricordiamo doveva essere concordata fra le parti in trattativa. In ogni caso sembra che dalla Cina arrivino rassicurazioni sul fatto che a Gennaio il Milan farà una campagna acquisti ben diversa da quella messa in mostra nella sessione estiva appena terminata. Un messaggio chiaro, quindi: il closing si farà e nei tempi stabiliti, la nuova società è in costruzione, con l'ingresso probabile di una-due grandi bandiere del passato e il Milan è davvero pronto a voltare pagina.