Milan, spunta l'idea Kalinic: il bomber croato è in pole per l'attacco

L'attaccante viola è uno dei nomi più caldi in questi ultimi giorni. Montella lo vorrebbe al Milan per dare forza al reparto offensivo.

Milan, spunta l'idea Kalinic: il bomber croato è in pole per l'attacco
Eurosport.it

Dopo il passaggio di consegne a livello societario, il Milan è pronto a ripartire. Infatti, la nuova proprietà cinese ha stanziato un fondo di 150 milioni per acquistare giocatori di alto spessore, andando così a rafforzare la rosa a disposizione di Montella. Il principale obiettivo, da alcune settimane, è quello di trovare un nuovo bomber che riesca a dare vitalità all'attacco rossonero. Bacca ormai sembra essere nuovamente scomparso dal gioco rossonero, essendo stato rimpiazzato nell'ultimo impegno da Gianluca Lapadula.

Vari nomi sono stati accostati negli ultimi giorni al Milan, per esempio quello di Aubameyang: il fratello della stella del Dortmund, qualche giorno fa, sembrerebbe aver addirittura visitato Casa Milan, cosa che ha fatto subito impazzire i tifosi rossoneri di gioia, vogliosi di vedere un bomber che sappia nuovamente riconquistare i loro cuori. Tuttavia il prezzo del gabonese è molto alto e si aggira intorno agli 80 milioni d'euro, insomma una bella quantità di denaro. Inoltre, l'attaccante è stato accostato anche al Manchester City che sembra avergli offerto già un contratto.

Altro nome caldo è quello di Alvaro Morata: lo spagnolo ad un certo punto è stato vicinissimo ai rossoneri e qualcuno dice che avesse dato già l'ok al suo agente per continuare la trattativa, che sembrava proseguire nella giusta via. Anche in questo caso, il prezzo del cartellino è molto alto. Ieri Mirabelli è volato in spagna per assistere al derby tra Real e Atletico e in tribuna ha preso contatto con l'agente dell'ex Juve. Il colpaccio sembra, però, difficilissimo.

Ed ecco che spunta allora un altro nome: quello di Nikola Kalinic. L'attaccante della Fiorentina sembra non voler rinnovare il contratto. Il croato non è di fama internazionale ma, quando si parla di gol, lui è sempre presente. Ha totalizzato già 19 centri in stagione, è una scelta molto più realistica - sotto il profilo economico - rispetto a quella di quei due di cui abbiamo parlato prima. Inoltre, si potrebbe sposare perfettamente con il gioco di Montella: la sua fisicità, la sua grinta, la sua bravura nel fare da sponda e il suo senso del gol farebbero davvero comodo al tecnico campano; sarebbe molto più utile di Bacca, visto che potrebbe aiutare gli inserimenti dei centrocampisti e prendere molti più palloni dai vari traversoni. Anche il prezzo, è decisamente più basso e trattabile: il croato ha una clausola da 50 milioni, ma potrebbero bastare anche 35 milioni di euro.