Milan, Romagnoli in gruppo per buona parte dell'allenamento

Romagnoli ha lavorato con il resto dei compagni per gran parte della seduta, ma resta in dubbio per Bergamo

Milan, Romagnoli in gruppo per buona parte dell'allenamento
Alessio Romagnoli, corrieredellosport.it

Alessio Romagnoli è tornato a lavorare con il gruppo agli ordini di Vincenzo Montella per buona parte della seduta di allenamento a Milanello. Il centrale difensivo resta comunque in dubbio per il problema al menisco che lo sta tormentando da alcune settimane e che gli ha fatto saltare le ultime tre gare di campionato. Le sue condizioni verranno monitorate giorno per giorno e solo alla vigilia della sfida di Bergamo contro l'Atalanta si deciderà se farlo scendere in campo o meno.

Nella trasferta contro la squadra di Gasperini l'unico sicuro di un posto al centro della difesa è Zapata. Paletta è infatti squalificato dopo il quarto rosso della sua stagione, rimediato contro la Roma per il fallo da rigore su Salah. Al fianco del colombiano, allora, è aperto il ballottaggio fra Romagnoli e Gustavo Gomez, con le condizioni fisiche dell'ex Roma che determineranno le scelte di Montella. Poche possibilità anche sugli esterni di difesa. Calabria ha svolto solo alcuni giri di campo a Milanello ed è quindi improbabile un suo recupero a pochi giorni dalla sfida contro l'Atalanta. De Sciglio e Vangioni sono gli unici terzini di ruolo a disposizione e sono molto vicini ad una doppia maglia da titolare.

Ballottaggi anche a centrocampo e in attacco. In mezzo, ad esempio, Mati Fernandez rischia grosso dopo le ultime prestazioni incolore e sembra avviato verso la panchina. Montella si starebbe orientando verso un centrocampo più muscolare rispetto a quello visto nelle ultime gare. Il trio composto da Sosa, Pasalic e Kucka sembra quindi essere in vantaggio rispetto ad altre possibili combinazioni. Infine ricomincia il balletto fra Lapadula e Bacca, con il colombiano che potrebbe ritornare dal primo minuto dopo le panchine in fila delle ultime settimane. Motivi tecnici e di mercato per l'ex Siviglia. Il non vederlo in campo non aiuta sicuramente a mantenerne il valore, in attesa di una cessione che sembra ormai certa.

AC Milan