Serie A - Tanto Cagliari, il Milan ci prova, ma nel finale si arrende (2-1)

Il Cagliari, nonostante la partita non valga nulla ai fini della classifica, mette in campo una grande prestazione, schiacciando il Milan per larghi tratti della sfida. Rossoneri che provano a rifarsi sotto, anche grazie a due rigori assegnati da Abisso, ma alla fine crolla con l'espulsione di Paletta.

Serie A - Tanto Cagliari, il Milan ci prova, ma nel finale si arrende (2-1)
Il Cagliari festeggia, ansa.it
Cagliari
2 1
Milan
Cagliari: (4-3-2-1) - Crosta; Padoin, Pisacane, Ionita, Murru (Mianguè, 33'); Delola (Biancu, 80'), Tachtsidis, Faragò; Joao Pedro, Farias; Borriello (Han, 69'). All. Rastelli
Milan: (4-3-3) - Donnarumma; Vangioni (Lapadula, 45'), Paletta, Gomez, Calabria; Kucka, Locatelli, Mati Fernandez; Suso (Ocampos, 30'), Bacca (Zapata, 76'), Honda. All. Montella.
SCORE: 1-0, 17', Joao Pedro. 1-1, 71', Lapadula (rig.). 2-1, 90'+4', Pisacane.
ARBITRO: Abisso. Ammoniti: Joao Pedro (41'), Deiola (60'), Gustavo Gomez (65'), Paletta (68'), Paletta (74'), Padoin (77'). Espulsi: Paletta (74').
NOTE: Anticipo della trentottesima giornata di Serie A. Stadio Sant'Elia, Cagliari.

La partita non ha alcuna valenza per la classifica, ma il Cagliari non si risparmia minimamente, mettendo sotto un Milan spompato e che tenta di rialzare la china grazie ai due rigori assegnatogli. Crosta e Joao Pedro sono però in versione superstar e portano, insieme alla grande prestazione di tutti i compagni, la vittoria a casa. Finisce 2-1 al Sant'Elia, sardi che concludono il campionato a quota 47 punti, Milan che si ferma a 63.

Nel Cagliari Rastelli reinventa la difesa, inserendo fuori ruolo Ionita e Padoin. In avanti lo squalificato Sau è sostituito da Farias. Chance per Faragò. Nel Milan Honda giocherà la sua ultima partita. In mezzo preferito Locatelli a Montolivo. In avanti Bacca torna titolare, al posto di Lapadula.

Formazione Cagliari (4-3-2-1) - Crosta; Padoin, Pisacane, Ionita, Murru; Delola, Tachtsidis, Faragò; Joao Pedro, Farias; Borriello.

Formazione Milan (4-3-3) -  Donnarumma; Vangioni, Paletta, Gomez, Calabria; Kucka, Locatelli, Mati Fernandez; Suso, Bacca, Honda.

Crosta, ex della partita e grande protagonista. Fonte: https://twitter.com/cagliaricalcio
Crosta, ex della partita e grande protagonista. Fonte: https://twitter.com/cagliaricalcio

Parte subito fortissimo il Cagliari. Pronti, via e Joao Pedro trova lo spazio per mettere in mezzo un pallone per Borriello. L'ex di turno però manda di testa la sfera sull'esterno della rete. Milan che non sembra essere sceso praticamente in campo. Già al 6' i padroni di casa hanno un'altra occasione: Farias parte in contropiede, passaggio per Ionita, che stava arrivando a rimorchio, ma il suo tiro di prima intenzione sbatte sulla traversa, a Donnarumma pietrificato. Cinque minuti dopo altra azione in fotocopia. Stavolta è Borriello a partire nello spazio e a servire a rimorchio Murru, ma il suo tiro finisce altissimo. Il gol è nell'aria e arriva al 17': Borriello serve Joao Pedro approfittando di una disattenzione di Calabria, il trequartista ringrazia e batte facilmente il portiere rossonero (1-0). Il Milan dopo il ceffone si ridesta e al 21' si vede salvare da Crosta il gol del pari. Calcio d'angolo prolungato da Honda, Bacca ci arriva in spaccata e sembra fatta, ma il portiere cagliaritano, con un riflesso miracoloso, manda la palla sulla parte interna della traversa. Sembra gol, ma la goal line technology dice di no. Suso poco dopo prova a mettere scompiglio con le sue giocate, ma il suo tiro non inquadra lo specchio.

Poco dopo la metà del primo tempo, il Cagliari ha un altro uno contro uno. Altro errore della difesa ospite, Farias si invola tutto solo, ma Donnarumma azzecca perfettamente i tempi dell'uscita e salva tutto. Tegola per il Milan al 30', infatti Suso è costretto a uscire per infortunio ed entra al suo posto Ocampos. Passano due minuti e anche Murru va ko, in uno scontro con Bacca. Il giocatore deve addirittura uscire in barella. Al suo posto viene inserito Mianguè. Il Milan cerca di rientrare in partita, ma il caldo e un Cagliari poco propenso a scoprirsi dopo il vantaggio, fanno sì che i ritmi della gara si abbassino notevolmente. negli ultimi minuti i rossoneri provano a cercare il pareggio. Paletta ha lo spazio per la girata in area, ma il tiro viene ribattuto. Calabria e Honda poi ci provano, ma Crosta blocca entrambi i tentativi senza problemi. Al 45' dunque siamo 1-0 per il Cagliari.

Honda, all'ultima partita in rossonero. Fonte: https://twitter.com/acmilan?lang=it
Honda, all'ultima partita in rossonero. Fonte: https://twitter.com/acmilan?lang=it

Vuole scuotere i suoi Montella e in avvio di ripresa inserisce Lapadula per Vangioni, schierando un Milan molto offensivo. I rossoneri cercano subito di mettere le cose in chiaro, con Bacca che riceve dalla sinistra, si accentra e calcia, ma il suo tiro viene deviato in angolo. Al 51' il Cagliari però risponde presente, con Deiola che scarica a Joao Pedro, che la serve subito a Farias, il cui tiro però non impensierisce Donnarumma. Al 54' il Milan si divora il gol: Honda serve perfettamente Bacca in area, il quale gira a botta sicura in porta, ma centra clamorosamente Lapadula, che salva paradossalmente il Cagliari. Il Milan al 62' ha la chance per rimettere le cose a posto: calcio piazzato, Paletta cade in area dopo un leggero contatto con Ionita, per l'arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto va Bacca, il quale angola poco la conclusione, intuita e respinta da Crosta, la difesa poi fa il resto, spazzando l'area. Al 69' lampo improvviso di Joao Pedro, che riceve palla sulla sinistra e scarica all'improvviso verso la porta, trovando Donnarumma però attento nella respinta. Altro infortunio, stavolta è Borriello a dare forfait, costringendo Rastelli a inserire il giovane Han.

Al 71' c'è il secondo calcio di rigore per il Milan, con Abisso che considera da penalty l'uscita di Crosta su Bacca. Dal dischetto stavolta ci va Lapadula, che spiazza il portiere avversario (1-1). Al 74' la partita però ha un'altro episodio importante: Paletta interviene duramente su Han e per il direttore di gara è secondo giallo e rosso. Milan dunque che si ritrova in dieci. Montella dunque, visto che alla fine il pareggio lo ha raggiunto, toglie Bacca per inserire un difensore, ovvero Zapata. Emozioni continue al Sant'Elia, nonostante sia l'ultima partita e che sia ininfluente ai fini della classifica. Al 79' infatti, dopo una ripartenza, Han riceve palla con un buon filtrante e batte Donnarumma, ma il nordcoreano si vede annullare la rete per fuorigioco. Altra occasione all'83' ma, dopo un corner, la conclusione a botta sicura di Ionita viene respinta. In superiorità numerica i sardi vogliono vincere, ma Faragò all'86' impatta male di testa e manda fuori la palla del possibile vantaggio. I rossoblù protestano poi per un tocco di mano in area milansta che effettivamente dai replay sembra esserci. Un attimo dopo Joao Pedro fallisce l'ennesima imbucata buona, calciando debolmente da ottima posizione. Il gol vittoria arriva all'ultimo respiro: punizione di Joao Pedro, Donnarumma respinge, Pisacane scatta ed insacca il tap-in al 94', facendo esplodere il Sant'Elia. Finisce dunque 2-1.

AC Milan