Milan, Montella vara il 3-5-2

La difesa a 3 cambia la squadra rossonera.

Milan, Montella vara il 3-5-2
Milan, Montella vara il 3-5-2 -  Source: Lintao Zhang/Getty Images AsiaPac

Ogni giorno che passa, il nuovo Milan sta prendendo sempre più forma. Tanti i giocatori arrivati a Milanello: giovani, italiani e stranieri, un perfetto frullato di qualità, esperienza e freschezza. La Gazzetta dello Sport prova ad analizzare come l'innesto dei nuovi possa spingere Vincenzo Montella al cambio modulo, ovvero il 3-5-2 e non più il 4-3-3. Il tecnico, inoltre, dovrà gestire l'abbondanza al centro e sugli esterni.

Partiamo dalla difesa: indipendentemente dal modulo, dovrà dare garanzie di solidità e coesione tra gli uomini. Il leader è arrivato dalla Juventus per ben 42 milioni di euro. Leonardo Bonucci, aiutato da Musacchio e Romagnoli, proteggerà la porta di Gigio Donnarumma.

Principalmente, il Milan passerà al nuovo modulo per liberare le corsie di Rodriguez e Conti. Era da anni che la squadra rossonera non aveva due giocatori così in fascia. Alla dirigenza di via Aldo Rossi e non solo, è servita solo l'ultima stagione a Bergamo per intuire le potenzialità di spinta dell'ex atalantino: 33 presenze e 8 gol segnati. Ma anche l'ex Wolsfburg ci ha messo poco per farsi apprezzare dai suoi nuovi tifosi: in due gare ufficiali, un gol e un assist per lo svizzero. La regia sarà affidata a Biglia, con i due interni che saranno Kessie e Bonaventura. E Calhanoglu? Il numero 10, in un gruppo così inquadrato, rischia di essere il dodicesimo uomo. 

Capitolo attacco: un posto sarà occupato dal prossimo colpo di Fassone e Mirabelli, l'altra maglia sarà di André Silva. Borini, Suso e molto probabilmente Niang partiranno dalla panchina. 

AC Milan