Milan, Montella alla vigilia dello Shkendija: "Prima gara di un mini ciclo importante"

Il tecnico rossonero spazia fra campo e mercato, in attesa del recupero degli infortunati

Milan, Montella alla vigilia dello Shkendija: "Prima gara di un mini ciclo importante"
Vincenzo Montella, pianetamilan.it

Torna a parlare il campo per il Milan, anche se il mercato continua ad essere un argomento che non può essere ignorato. Fra la partenza di Bacca, l'arrivo di Kalinic e i possibili addii di Niang e Gustavo Gomez, Montella deve mantenere la squadra concentrata in vista del doppio impegno nel playoff di Europa League contro lo Shkendija, squadra che ha già iniziato il proprio campionato ed è reduce da un numero di partite ufficiali superiori a quelle rossonere.

Montella, in conferenza stampa, presenta così l'andata di San Siro: "Il prossimo mini ciclo sarà importante anche se siamo solo all'inizio. Ci giochiamo l'Europa League e le prima di campionato, spero che la squadra non sbagli mai. Lo ripeto, abbiamo appena iniziato ma è già importante. Hanno più partite ufficiali nelle gambe, inclusi 3 turni preliminari di Europa League. Poi arrivano da una vittoria contro i campioni in carica macedoni. Chiare idee di gioco e in attacco hanno un giocatore di talento e imprevedibilità come Ibraimi. Partita complicata? Dipende da noi. Sono molti organizzati ma dobbiamo pensare al nostro obiettivo. Non sono convinto che in Europa le partite si ipotechino all'andata. Tutto può succedere, anche risultati larghi. La squadra sta crescendo molto fisicamente. Abbiamo nelle gambe degli allenamenti ottimi, sono soddisfatto di questa prima parte di stagione".

Andrè Silva, acmilan.com
Andrè Silva, acmilan.com

Campo, ma anche mercato, con Kalinic atteso a Milano nelle prossime ore: "Mi piacerebbe risponderti ma cerco di non dare troppi indizi. Però posso dire che è un giocatore funzionale al nostro calcio, altruista e che sa muoversi in ogni situazione di gioco. Magari non un bomber puro ma mi è molto gradito". Meglio parlare allora di chi c'è già, come ad esempio Andrè Silva"L'attaccante per il nostro campionato richiede adattamento. André ha enormi potenzialità e può raggiungere ogni obiettivo e premio personale. Ha una voglia matta di dimostrare tutto subito, ma il mio consiglio è di giocare sereno e non smaniare, perchè può portare all'errore. Ma sta veramente crescendo in maniera esponenziale". Ultimo passaggio sugli infortunati di lusso Biglia e Romagnoli"Mi dispiace molto non averli ancora a disposizione. Alessio si sta allenando sempre in gruppo mentre Lucas smania per tornare a lavorare quotidianamente con noi. Sono due giocatori da cui passeranno le nostre fortune. Con Romagnoli, avremmo la possibilità di giocare a 3 perché è mancino e completerebbe il reparto con gli altri. Tempi di recupero? Non lo so, ma per Romagnoli vedremo bene nei prossimi giorni".