Milan, accordo con lo Spartak Mosca per Niang. Domani le visite mediche

Niang vola in Russia per 18 milioni di euro e firmerà un contratto di 4 anni a 3 milioni più bonus

Milan, accordo con lo Spartak Mosca per Niang. Domani le visite mediche
M'Baye Niang, zimbio.com

Ci ha provato, Vincenzo Montella, a valorizzare le qualità di M'Baye Niang nel suo Milan, ma a quanto pare la missione dell'allenatore rossonero è fallita. Il francese infatti, dopo i prestiti al Genoa e al Watford, è pronto a trasferirsi in Russia a titolo definitivo. E' stato trovato infatti l'accordo fra Milan e Spartak Mosca per la sua cessione, con il giocatore che si è convinto ad andare a giocare in un club che nella prossima stagione disputerà la Champions League.

Accelerata della trattativa nella giornata di ieri e in queste la definitiva chiusura. Al Milan andranno 18 milioni di euro, mentre Niang è pronto a firmare con i russi un contratto di 4 anni da 3 milioni di euro più bonus. Una proposta importante, probabilmente necessaria per convincere Niang ad abbandonare l'Italia e la Serie A per un campionato non di primissimo livello come quello russo. Le visite mediche del giocatore sono già state fissate per la giornata di domani e quindi nelle prossime ore ci si aspetta la partenza del giocatore destinazione Russia. Il pressing della squadra allenata da Massimo Carrera si era intensificato negli ultimi giorni e l'esclusione di Niang dalla gara di questa sera contro lo Skhendija andava già interpretata come un segnale ben chiaro di una situazione di mercato in rapida evoluzione.

Niang lascia il Milan con la sensazione di non avere mai fatto il definitivo salto di qualità soprattutto dal punto di vista mentale. Mihajlovic prima e Montella poi hanno sempre parlato di un giocatore in possesso di buone qualità tecniche e fisiche, ma bisognoso di crescere sotto altri punti di vista. Riferimenti mai espliciti, ma che non possono essere in qualche modo collegati alla sfera personale di Niang, dentro e fuori dal campo. Il mercato in uscita del Milan continua quindi a muoversi, con Fassone e Mirabelli che portano a casa milioni importanti, generano una plusvalenza non da poco, intorno ai 16 milioni di euro, e liberano un'altra casella nel reparto d'attacco. Lì dove, oltre all'arrivo di Kalinic, si rimane in attesa del profilo top su cui la dirigenza rossonera continua a lavorare. Occhio anche alle situazioni di Paletta e Gustavo Gomez: entrambi potrebbero essere ceduti in Turchia, al Fenerbahce e al Trabzonspor.