Milan, per Conti sospetta rottura del crociato: rischio lungo stop

Si attendono comunicati ufficiali dopo gli esami, ma per il terzino destro la stagione potrebbe essere compromessa

Milan, per Conti sospetta rottura del crociato: rischio lungo stop
Fonte immagine: Sport E Vai

Ieri sera la vittoria per 1-5 sul campo dell'Austria Vienna aveva riportato il sorriso in casa Milan dopo la débacle con la Lazio, ma oggi sono arrivate brutte notizie per Vincenzo Montella. L'allenatore campano potrebbe infatti perdere Andrea Conti per una buona fetta di stagione, a causa di una sospetta rottura del legamento crociato. L'infortunio deve ancora essere confermato dall'esito definitivo degli esami strumentali, ma il timore che il terzino ex Atalanta possa saltare dai quattro ai sei mesi è forte. La notizia è stata riportata da Sky nel primo pomeriggio e dovrebbe essere confermata da un comunicato ufficiale appena l'esito degli esami sarà certo.

L'infortunio è avvenuto durante la partitella finale a Milanello, dopo che il terzino aveva svolto tutto il resto dell'allenamento con i compagni, confermando di essere vicinissimo a tornare a disposizione dopo il problema alla caviglia rimediato in Nazionale. Invece durante un'azione di gioco ecco il problema al ginocchio che sembra essere davvero serio. Certezze si avranno fra circa 48 ore, quando Conti verrà sottoposto ad esami specifici, con l'ematoma del ginocchio che si sarà finalmente sgonfiato. La diagnosi però sembra essere certa e i mesi di stop almeno quattro per l'ex Atalanta, che tornerebbe in campo e a pieno regime solamente con il nuovo anno. Per Montella a questo punto restano i soli Abate e Calabria per la corsia di destra, con la scelta della società di non mandare in prestito il classe '96 prodotto del settore giovanile rossonero che con il senno di poi si rivela quanto mai indovinata e preziosa. Conti fa crack, niente sorrisi per il Milan e per Vincenzo Montella dopo la vittoria in Europa League e a due giorni dalla sfida di campionato a San Siro contro l'Udinese.