Il Napoli nelle mani di Mertens

Il Napoli dopo la brutta sconfitta di domenica doveva reagire, e l'ha fatto grazie ai colpi dei suoi fenomeni, Higuain e Mertens. Decisivo l'attaccante belga, che ha preso in mano la squadre e con le sue giocate l'ha trascinata alla vittoria contro lo Sparta Praga. Ora sarà davvero difficile per Benitez lasciarlo in panchina.

Il Napoli nelle mani di Mertens
Il Napoli nelle mani di Mertens

Doveva reagire il Napoli dopo la brutta sconfitta di domenica scorsa contro il Chievo Verona, e l’ha fatto. L’uomo partita, manco a dirlo, ancora una volta Dries Mertens, che con la sua doppietta ha tolto davvero molti grattacapi al tecnico Benitez, che prima della partita aveva chiesto l’appoggio della tifoseria partenopea. Invece ancora una volta ci ha pensato lui, l’imprendibile folletto belga, aiutato dal solito Gonzalo Higuain.

Quando si parla di Mertens si pensa immediatamente al giocatore in grado di cambiarti la partita entrando dalla panchina, ma numeri alla mano ti accorgi che non è così. Con Dries in campo dal primo minuto il Napoli ha collezionato 19 vittorie, 6 pareggi e soltanto 2 sconfitte, ma Benitez anche quest anno l'ha tenuto inizialmente in panchina, per poi farlo subentrare nei minuti finali (l’attaccante belga è subentrato in 3 partite, partendo titolare in solo 2 occasioni). Ma dopo giovedì sera qualcosa deve esser cambiato, non si può fare a meno di un giocatore che ha dei colpi impressionanti, probabilmente ne sarà stato convinto anche Benitez.

Lo stesso Mertens, a differenza dello scorso anno, nel post partita è stato deciso e diretto: “Sono contentissimo della prestazione, ma soprattutto per la vittoria della squadra. Vittoria che arriva in un momento delicato, dopo la sfortunata sconfitta di domenica. Adesso mi aspetto di giocare di più, so cosa posso offrire al Napoli e al mister”. E’ questo il Mertens che tutta Napoli vuole.


Share on Facebook