Benitez contro tutti: "Juve? Cercate su internet cosa pensavano Allegri, Marotta e Buffon in passato"

E' un Benitez che ancora non ha digerito la sconfitta contro la Juventus, ed a una domanda dei cronisti sui bianconeri risponde: "Cercate cosa pensavano prima di arrivare alla Juve Marotta, Allegri e Buffon!". L'allenatore partenopeo si sofferma poi sulla delicata sfida di domani: "Occhio a Candreva"

Benitez contro tutti: "Juve? Cercate su internet cosa pensavano Allegri, Marotta e Buffon in passato"
Benitez contro tutti: "Juve? Cercate su internet cosa pensavano Allegri, Marotta e Buffon in passato"

Rafa Benitez ha tenuto questo pomeriggio la consueta conferenza prepartita, dove oltre ad analizzare la sfida con la Lazio ed il mercato, ha lanciato anche una frecciatina alla Juventus. L'allenatore del Napoli si è prima soffermato su Mertens e su quanto detto dal procuratore del giocatore belga: "I procuratori fanno il loro lavoro. Tutti questi agenti che parlano devono stare zitti, la nostra forza deve essere la concorrenza tra i giocatori che occupano lo stesso reparto. La prima cosa che mi aspetto è la concorrenza tra loro. E' positivo quando si dice che si vuole giocare di più. Questo aiuta ad alzare il livello". 

Non poteva poi mancare la domanda sulla Juventus"Meritavamo sicuramente di più contro i bianconeri, ma ora siamo concentrati sulla Lazio. E' una gara importante, ma non definitiva perchè ne mancheranno altre 19". Poi una domanda sull'arbitraggio: "Noi abbiamo parlato sempre con massimo rispetto. A volte sembra che si cada tutti dalle nuvole. Oggi basta cercare su internet alcune parole chiave come: "Buffon Parma arbitri" o  "Allegri arbitri Muntari", o quella che io prefesico "Marotta Sampdoria, Lazio, Parma arbitri", ma adesso stanno tutti zitti, e noi non siamo nati ieri..... Ma ci può stare...". 

Poi i cronisti chiedono a Benitez se Inler è in lista di sbarco: "Oggi nessuno parte. Abbiamo fatto tre partite con Lopez e Gargano trovando equilibri, poi abbiamo persa una e si parla di Jorginho per avere più palleggio ecc. C'è competizione tra loro, Inler e Jorgihno sono di massimo livello, hanno fatto bene l'anno scorso come gli altri e deve esserci concorrenza tra loro. Meglio avere questi problemi che scegliere non avendo altre possibilità. Chi non sta giocando deve lavorare perchè ora si torna a giocare due volte a settimana".

Si passa poi al capitolo Lazio e alle probabili insidie della partita di domani: "E' una squadra in fiducia, giocano in casa ed inizieranno la gara con intensità. Loro sono forti fisicamente, ma hanno anche velocità. Anche Sampdoria, Genoa, Fiorentina, Milan ed Inter lavoreranno tantissimo e si vedrà chi arriverà. Noi dobbiamo dimostrare di essere all'altezza domani, ma comunque mancherano tante partite. Loro sono molto forti sulle seconde palle col centrocampo e poi abbiamo attaccanti come Candreva che vanno al cross per le mezze ali e fanno la differenza in questo".

Infine viene chiesto a Benitez quanto pesi l'assenza di Lorenzo Insigne: "Lui, l'ho sempre detto, ha grande resistenza per fare la fase difensiva. Dries sta continuando a lavorare ed è molto pericoloso in avanti. De Guzman è una sorpresa perchè corre più di tutti. I dati indicano che Callejon, Maggio, Hamsik ed i centrocampisti corrono tanto, ma Jonathan sta facendo tanti kilometri ed intensità e quindi è molto importante".

SSC Napoli