Il Napoli mette la quarta: battuto 3-1 l'Udinese

Quarto successo consecutivo del Napoli in campionato. La squadra di Benitez macina calcio, soffre e batte 3-1 l'Udinese di Stramaccioni. Ottima vittoria dei partenopei che salgono a 42 punti

Il Napoli mette la quarta: battuto 3-1 l'Udinese
Napoli
3 1
Udinese
Napoli: (4-2-3-1) Rafael-Maggio(C)-Albiol-Britos-Ghoulam-Gargano (Jorginho)-Inler-Gabbiadini (Callejon)-Mertens (De Guzman) -Hamsik-Higuain.
Udinese: (3-5-1-1) Karnezis-Hertaux-Danilo(C)-Piris-Widmer-Hallberg (Aguirre)-Allan-Guilherme-Pasquale-B. Fernandes (Perica)-Thereau (Silva)
SCORE: 8' Mertens; 21' Gabbiadini;27'Thereau;60'Aut. Thereau
ARBITRO: Di Bello della sezione di Brindisi 1'Hallberg;11'Allan,30'Mertens; 72'Pasquale;79'Higuain;85'Herteaux.
NOTE: Dallo Stadio San Paolo di Napoli, 22^Giornata della Serie A Tim 2014/2015

Mette la quarta il Napoli di Rafa Benitez. Quarta vittoria di fila in campionato per i partenopei, che hanno la meglio su una modesta Udinese che regge per i primi 45 minuti e poi si arrende nella ripresa al maggior tasso tecnico dei partenopei, anche fortunati sul 3-1. Di Mertens e Gabbiadini le reti messe a segno dal Napoli, e di Thereau il momentaneo 2-1. I campani salgono così a 42 punti; Roma sempre a -4 grazie alla vittoria esterna sul Cagliari. Udinese bloccato a quota 28 punti.

Benitez lascia a sopresa Callejon e Koulibaly in panchina, preferendogli Britos e Gabbiadini. In avanti a supporto di Higuain, oltre all'ex Samp, ci sono Mertens ed Hamsik. In mediana si rivede Inler che fa coppia con Gargano; torna dal primo minuto anche Ghoulam. Per Stramaccioni scelte obbligate viste le squalifiche di Di Natale e Kone e i tanti infortunati. Dietro Thereau c'è Bruno Fernandes, centrocampo nelle mani salde di Allan, avvicinato proprio al Napoli nella finestra di mercato.

Pronti via si vede subito la voglia del Napoli di portare a casa il quarto successo consecutivo e di mettere il fiato sul collo alla Roma impegnata al Cagliari. Infatti bastano soltanto 8 minuti ai partenopei per portarsi in vantaggio. Grande triangolazione tra Higuain e Mertens, con il folletto belga che si infila tra i difensori bianconeri e trafigge Karnezis con un diagonale che sfiora il palo e si insacca in rete. Il vantaggio non sazia i padroni di casa, che continuano a mettere sotto scacco la difesa friulana e trovano anche il 2-0 al 21°minuto di gioco con Manolo Gabbiadini. Mertens lancia nello spazio Hamsik, che vede l'inserimento di Gabbiadini alle spalle di Higuain e lo serve con un perfetto filtrante, l'attaccante ex Samp non ci pensa su due volte e di prima batte Karnezis. Sembra il colpo del K.O. per l'Udinese, ma non è così. Una giocata di Allan, che colpisce la traversa, riaccende gli ospiti. Infatti al 27°, Thereau, con la complicità di Rafael che esce goffamente, trova il gol del 2-1 che riapre il match. L'Udinese ci crede e mette alle strette il Napoli, che faticando, riesce a terminare il primo tempo con il vantaggio minimo.

Il secondo tempo riprende con gli stessi 22 in campo, ma con i partenopei molto più concentrati e ben messi in campo. La squadra di Benitez tiene il possesso del pallone e quando può prova a pungere sull'asse Hamsik - Mertens, davvero devastante quest'oggi. Al 58° l'allenatore manda nella mischia Callejon e toglie un ottimo Gabbiadini: per lui secondo gol consecutivo. E' proprio lo spagnolo a guadagnarsi la punizione dalla quale arriva il 3-1. Mertens mette un cross abbastanza tagliato al centro, sul quale Danilo e Thereau combinano la frittata: palla alle spalle di Karnezis e autogol dell'attaccante francese. Il gol tramortisce l'Udinese che non riesce più a reagire. Il Napoli si limita ad amministrare il risultato per la gioia di Benitez, e sfiora in tre occasioni anche la quarta rete. Vittoria importante per i partenopei che portano a casa la sesta vittoria nelle ultime 7 partite di campionato.

SSC Napoli