Mertens prepara il riscatto: l'Europa come trampolino

Le ultime prestazioni del furetto belga sono dei piccoli segnali di crescita, ma Mertens pretende di più da se stesso e rincara la dose: "So che sto giocando bene, ma voglio di più".

Mertens prepara il riscatto: l'Europa come trampolino
Mertens prepara il riscatto: l'Europa come trampolino

Testa, mentalità, voglia di migliorarsi, sempre e comunque. E' ciò che accomuna tutti i giocatori, o quasi, che vogliono fare un salto di qualità. E Dries Mertens, attaccante belga del Napoli, può essere inserito in questa categoria. E' molto facile cadere, magari dopo una stagione passata sulle ali dell'entusiasmo, quando ti sei fatto conoscere per quelle qualità indubbie che hai, ed ancor più facile è essere criticato per gli errori e per alcune prestazioni non proprio esaltanti. Ma i campioni si vedono in questi momenti, quando devono rialzarsi e le parole di Mertens in conferenza stampa, oggi, confermano la ferma volontà di tornare ad imporsi sui livelli che più gli competono. 

Tra i protagonisti della conferenza stampa della vigilia di Napoli-Trabzonspor, al centro di Castelvolturno, c'era proprio Dries Mertens. Scelta quantomeno comprensibile dopo l'espulsione di domenica contro il Sassuolo. Un rosso forse eccessivo, ma che testimonia la voglia di un giocatore di mettersi sempre in mostra, anche in quei pochi minuti che scende sul terreno di gioco.  "Ho segnato con l'Udinese, abbiamo vinto con Trabzonspor e non ho giocato a Palermo. Ho sbagliato il rigore, ma solo chi non tira non sbaglia. Quando nello specchio mi guardo, mi dico che sto giocando bene. Per me non è vero che sto giocando male. Ciò non toglie che posso e devo migliorare, io come la squadra". Mentalità vincente, appunto. Cosa che non è facile trovare, soprattutto in un giocatore non più alle prime armi, ma con un passato forte alle spalle. 

Dopo una stagione da 13 gol (11 in campionato più 2 in Coppa Italia), il furetto belga complice anche la presenza al Mondiale brasiliano, ha visto calare le sue prestazioni. Nelle sue parole di oggi, però, c'è tutta la voglia di tornare il Mertens visto un anno fa: lo stesso del gol alla Juventus, quello della doppietta alla Sampdoria ed al gol nella finale di Coppa Italia alla Fiorentina. Dries ha voglia di tornare ad essere protagonista e, nonostante le sue prestazioni siano in netta crescita, il belga sa che può dare ancora di più. Proverà a farlo già da domani al San Paolo, contro il Trabzonspor, squadra che rievoca nella sua mente il rigore fallito nella gara d'andata. Errore da cancellare e, qualora non fosse già stato fatto, il belga sa come fare: segnando domani davanti a quel pubblico che tanto lo osanna e che vuole tornare ad urlare il suo nome. Allez, Dries


Share on Facebook