Juventus - Napoli, una sfida che va oltre la vittoria

Non c'è dubbio, quando i partenopei affrontano la Vecchia Signora scatta, immancabilmente, la voglia di vincere a tutti i costi.

Juventus - Napoli, una sfida che va oltre la vittoria
Michel Platini e Diego Armando Maradona

Sabato 23 maggio Juve - Napoli, a Torino, spartiacque decisivo per il cammino dei partenopei. Per gli azzurri l'importante è non perdere, per poi tifare Roma nel derby contro la Lazio, così da avere, nell'ultima giornata di campionato, l'occasione al San Paolo per superare gli uomini di Pioli e aggiudicarsi il terzo posto.

La sfida contro i bianconeri dai tempi dei tempi per i napoletani è qualcosa di più di una semplice partita, va al di là dei tre punti o della conquista di qualche trofeo ai danni della squadra cara alla famiglia Agnelli. Si è sempre cercato nella sfida calcistica, da parte dei tifosi azzurri, la rivalsa non solo sportiva ma anche sociale. Soprattutto per gli emigranti del sud che lavorano a Torino, Fiat ed altre imprese, per una sera, per una volta poter essere superiori ai "nordici" avversari, questione d'orgoglio. 

Se solo riflettiamo sulle vittorie importanti del Napoli, giungono quasi tutte battendo i bianconeri in finale o lungo il cammino verso il successo. 1986, il primo scudetto napoletano passa da Torino con quel capolavoro fatto da Maradona e soci, 3-1 esterno con gol di Giordano, Ferrario e Volpecina. Comunale di Torino gremito..da 20.000 napoletani. Gli uomini di Ottavio Bianchi prendono consapevolezza della propria forza e conducono una cavalcata trionfale. Classifica finale: Napoli punti 42 Juventus 39.

Anno 1988/89 vittoria del Napoli in Coppa UEFA, finale con lo Stoccarda prima un quarto di finale proprio contro i bianconeri. Andata a Torino, la Juventus vince 2- 0, segnano Bruno al 13', poi un'autorete di Corradini. Risultato pesante da ribaltare per gli azzurri al ritorno. Avendo Maradona in squadra la speranza è l'ultima a morire. Nei 90' di gioco gli azzurri pareggiarono i conti con gol di Maradona al 10' (numero magico) e Carnevale al 45' del primo tempo. Il Napoli la spunta all'ultimo minuto di gioco del secondo tempo supplementare (119') con un colpo di testa di Renica.

Un altro trofeo vinto dal Napoli a discapito dei bianconeri è la Supercoppa Italiana del 1990/1991 giocata a Napoli, 5-1 per gli azzurri, doppiette di Andrea Silenzi, Careca e Massimo Crippa. La Juve allenata da Maifredi è in balia del Napoli ed il risultato assume proporzioni importanti. Coppa Italia 2011-12, finale Napoli-Juve 2-0, Cavani su rigore al 65' e Marek Hamsik all'84'. Gli azzurri mettono fine alla cavalcata vincente di quella Juve tricolore imbattuta fino alla finale. Ultimo successo azzurro, sempre contro gli odiati nemici, l'anno scorso nella 27° edizione della Supercoppa Italiana a Doha, risultato 6-5 per il Napoli dopo i calci di rigore, con Rafael, portiere azzurro, protagonista.

In campionato, invece, i risultati parlano a favore della Juve, nella lunga storia delle due squadre la superiorità bianconera è evidente. A Torino le squadre vengono da 69 incroci: 42 vittorie della Juve, 20 pareggi e 7 vittorie del Napoli. Una curiosità: da quando "vive" lo Juventus Stadium il Napoli conosce solo la sconfitta, ultima gara, 2013/14, 3-0 per i bianconeri. Sempre a Torino, il tabellino dei gol parla sempre in favore degli uomini di Allegri: 122 gol realizzati contro i 64 del Napoli.

Sabato è l'occasione per interrompere questa lunga striscia negativa del Napoli in casa bianconera, si affrontano i migliori attacchi della serie A, una vittoria contro la Juventus può cambiare la stagione del Napoli ed aprire nuovi scenari per la conquista del terzo posto in campionato.