Risultato Legia Varsavia - Napoli di Europa League 2015/16 (0-2): Mertens apre, Higuain illumina

Risultato Legia Varsavia - Napoli di Europa League 2015/16 (0-2): Mertens apre, Higuain illumina
Legia Varsavia
0 2
Napoli
Legia Varsavia: (4-2-3-1) Kuciak; Bereszyński, Rzeźniczak, Lewczuk, Brzyski; Pazdan (88' Makowski), Jodłowiec; Trickovski (62' Duda), Guilherme, Kucharczyk (62' Nikolics); Prijović. A DISPOSIZIONE: Malarz, Broź, Vranjes, Saganowski. All. Berg
Napoli: (4-3-3) Gabriel; Maggio, Albiol, Chiriches, Ghoulam; Lopez, Valdifiori, Allan (86' Chalobah); Callejon (77' Higuain), Gabbiadini, Mertens (72' El Kaddour). A DISPOSIZIONE: Rafael, Strinic, Albiol, Jorginho. All. Sarri
SCORE: 53' Mertens, 84' Higuain
ARBITRO: Koukoulakis (Grecia). AMMONITI: 44' Rzezniczak
NOTE: Seconda giornata della fase a gironi dell'Europa League 2015/2016. Da Varsavia, Polonia, la diretta live di Legia-Napoli. Inizio ore 21.05.

23.06 - Il processo di crescita del Napoli continua spedito, così come la corsa in Europa League. Si chiude una tre-giorni europea che ha visto 4 vittorie delle Italiane su 5, solo la Roma ha (estremamente) deluso. Il grande calcio su Vavel Italia continuerà nel weekend, torna la Serie A. Rimanete con noi, da Giorgio Dusi e da tutta la redazione un augurio di buona notte.

23.05 - E questa la cosuccia di Higuain:

23.04 - Questa la prima rete, di Mertens:

23.03 - Vittoria decisamente meritata in ogni caso, i partenopei hanno dominato sul piano del gioco facendo valere il maggior tasso tecnico e di talento. Anche i cambi hanno dato ragione a Sarri, mentre Berg non ha avuto impatto da Duda e Nikolics, le punte di diamante della squadra.

22.59 - Dopo un primo tempo difficile, il Napoli è passato alla concretezza, sfruttando i punti deboli e gli spazi di un Legia decisamente calato, soprattutto sul piano fisico e di contenimento. Mertens ha chiuso meravigliosamente un'ottima azione al 53', poi la squadra di Sarri ha tremato sulla traversa colpita da Maggio (auto-traversa ad essere precisi), prima che Higuain decidesse di chiuderla alla sua maniera.

22.55 - FINISCE QUI, FINISCE QUI!!!! MERTENS E HIGUAIN LA DECIDONO NELLA RIPRESA, E' 2-0!!!

90+3' - Chiude in attacco il Napoli, ultimo corner!!

Saranno tre i minuti di recupero!!!!

89' - Ultima sostituzione per Berg, Makowski prende il posto di Pazdan.

88' - KUCIAK, UN ALTRO MIRACOLO!!!!! SINISTRO DEVIATO DA PARTE DI GABBIADINI, SEMBRAVA SPIAZZATO MA HA SALVATO TUTTO CON UN GRAN COLPO DI RENI!!!!!

86' - Spazio anche per Chalobah, esordio europeo per lui con la partita in cassaforte.

84' - MAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAMMA MIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA MAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAMMA MIAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!! ELLLLLLLLLLLLLLLL PIIIIIIIIIIIPIIIIIIIIIITAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!! GONZALOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO HIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIGUAINNNNNNNNNNNN!!!!!!! LA CHIUDE EH, LA CHIUDE, MA IN CHE MODO LA CHIUDE QUESTA PARTITA IL PIPITA?!?! COME LA CHIUDE IL PIPITA?!?!?!?!?! UN GOL PAZZESCO, PAZZESCO!!!!! DANZA PALLA AL PIEDE, GESTISCE PALLA E DOPO AVERNE SALTATI TRE FA PARTIRE LA BOTTA DAL LIMITE DELL'AREA CHE VA NEL SETTE!! NEL SETTE!!!!! NEL SETTE!!!!!! 0-2 VANTAGGIO NAPOLI, CHE LA CHIUDE!!! SI, MA IN CHE MODO!!! GONZALO HIGUAIN SIGNORI!!!

81' - Ancora nessun problema per Kuciak che vede arrivar palloni da ogni parte: Gabbiadini va col mancino da lontano, facile la presa centrale in due tempi.

80' - Ancora Allan che sta trovando praterie da quella parte!!! Stavolta il suo destro è una telefonata a Kuciak.

77' - Ed ora arriva il momento di Higuain! Fuori Callejon.

77' - KUCIAAAAAAAAAKKKKK!!!! ANCORAAAAA!!! UN RAGNO CLAMOROSO, ANCORA SU ALLAN!!!! STAVOLTA LA METTE SUL SECONDO PALO, CI ARRIVA IL NUMERO UNO DEL LEGIA!!! TRE PARATE DECISIVE IN QUATTRO MINUTI!!!

76' - ANCORA KUCIAK IN DUE TEMPI!!! Lancio quasi spensierato di El Kaddouri, Gabbiadini in area ci mette il piede ma lo slovacco in due tempi riesce a salvare. 

74' - KUCIAK DECISIVO SU ALLAN!!! CHE FUGA DEL BRASILIANO CHE ARRIVA IN AREA E CERCA IL PRIMO PALO, PRONTO A METTERE IN CORNER!! SBANDA IL LEGIA DIETRO!!!

72' - E colui che sta decidendo, ovvero Mertens, lascia il campo a El Kaddouri: 4-3-1-2?

71' - CONTROPIEDE QUASI PERFETTO DEL NAPOLI!!! Callejon lancia Mertens a destra, tocco in mezzo per Gabbiadini che all'altezza del dischetto del rigore non ci arriva!!!  

67' - KUCIAK SU MERTENS!!! Altro schema su punizione a favorire il folletto belga che conclude praticamente addosso al portiere in uscita da posizione defilatissima!!!

65' - Anche David Lopez ci prova da fuori senza inquadrare la porta.

64' - Destro di Allan dopo uno schema su punizione, deviazione che manda la palla in corner!

63' - Era rimasto momentaneamente a terra Mertens, allarme subito rientrato per fortuna del Napoli.

62' - Entrano i pezzi da novanta a disposizione di Berg: Kucharczyk lascia spazio a Nikolics, Duda prende il posto di Trickovski!

60' - Buona punizione ancora del Legia, Gabriel mette fuori in qualche modo!

58' - BRIVIDO PER IL NAPOLI, AUTO-TRAVERSA DI MAGGIO!!!! Su corner il movimento di Prijovic sul primo palo mette in difficoltà il terzino che salta e colpisce la palla mandandola sul montante!!!! Semi-assedio Legia ora!!

57' - OTTIMA COPERTURA DI CHIRICHES!! Prijovic riceve palla in netto offside e si gira, il rumeno arriva decisivo in chiusura.

55' - Prova subito la risposta il Legia con un'ottima azione, chiusa da un destro da fuori di Trickovski alto non di molto.

53' - DRIEEEEEEEEEEEEESSS MEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEERTENSSSSS!!!!! SEGNA SEMPRE LUI IN EUROPA LEAGUE!!!! TUTTO STUPENDO: LANCIO DI VALDIFIORI PER IL TAGLIO DI CALLEJON, POSIZIONE DI PARTENZA DUBBIA E CROSS DALLA DESTRA DI PRIMA PER LA TESTA DEL BELGA, CHE REALIZZA TUTTO SOLO, DIMENTICATO DALLA DIFESA DEL LEGIA!!! 1-0 NAPOLI!!!

50' - Destro volante di David Lopez che si inserisce a rimorchio: tutto solo la gira, era molto difficile, e ne esce una conclusione innocua che Kuciak fa sua in presa senza alcun patema. 

47' - Primo errore di misura della ripresa, Valdifiori apre male verso Callejon.

22.06 - E SI RICOMINCIA A GIOCARE!!!

22.04 - Si rivede in campo il Napoli, manca il Legia! Per Sarri nessun cambio, si riparte dal 4-3-3.

21.57 - Per quanto riguarda il Legia, un plauso va fatto al reparto offensivo e a quello difensivo, prestazione molto buona vista l'inferiorità netta sul piano tecnico. Non possiamo però complimentarci con il centrocampo perchè effettivamente non esiste la squadra di Berg in mezzo, i due mediani fisici faticano a innescare gli esterni che spesso partono da dietro, oppure ci si affida ai lanci verso Prijovic, punta fisica tra i migliori nella prima frazione.

21.54 - Si sono viste versioni decisamente migliori del Napoli, che sta giocando una partita a tratti buona ma a tratti molto carente, specialmente sul piano tecnico. Troppi errori di misura, troppe volte la giocata è stata forzata invece di aspettare con più pazienza il varco buono, trovato soprattutto al 28' quando Pazdan e Kuciak han salvato il Legia.

21.51 - FINISCE IL PRIMO TEMPO A VARSAVIA, RETI INVIOLATE TRA LEGIA E NAPOLI!!

UN MINUTO DI RECUPERO!! 

44' - Primo giallo della gara per Rzezniczak, che stende Gabbiadini toccandolo da dietro. Buon lavoro dell'attaccante Bergamasco.

43' - Buon break di Maggio sulla destra, ma azione che sfuma per imprecisione nell'ultimo passaggio. 

39' - Botta dai 35 metri di Chiriches, tutto da interpretare. Sfera alta.

38' - Guilherme prova una botta da fuori con il sinistro che Gabriel controlla con lo sguardo, rasoterra lontano dalla porta.

37' - Ghoulam si intestardisce in un'azione personale e si trascina la palla sul fondo.

35' - Kucharczyk prova la botta da fuori dopo una buona progressione, facilissima la parata di Gabriel. Ma il Legia quelle poche volte che riparte può far male.

31' - Buona iniziativa del Napoli! Gabbiadini a centro area si fa respingere il tiro da Pazdan.

31' - Altri problemi per Kucharczyk, che resiste indomito in campo ma sta prendendo botte ovunque.

28' - CLAMOROSA DOPPIA OCCASIONE PER IL NAPOLI!!! CALLEJON E MERTENS PRIMA TENTENNANO E NON CALCIANO, A RIMORCHIO LA BOTTA DI DAVID LOPEZ VIEN RESPINTA DA PAZDAN SULLA LINEA, POI SULLA RIBATTUTA GABBIADINI CALCIA PRATICAMENTE ADDOSSO A KUCIAK!!! RESISTE IL LEGIA!! 

26' - Salva Koulibaly su azione da calcio d'angolo. Cresciuto molto il Legia in questa fase! 

24' - Ci prova dalla distanza Prijovic, destro centrale e facile per Gabriel, presa plastica la sua. Intanto è rientrato il numero 18 dopo il problema precedente (solo una semplice botta).

21' - Problemi che parrebbero di natura muscolare per Kucharczyk, forse anche una botta in precedenza. Zoppica vistosamente l'ala.

19' - Ora il Legia è in enorme difficoltà, dominio totale del Napoli a centrocampo. Si difendono bene i polacchi, ma faticano a ripartire.

16' - BRIVIDO PER GABRIEL!!! Retropassaggio rischioso di Koulibaly, Prijovic ricicla la palla a favore dei suoi e prende il fondo, a rimorchio arriva Trickovski che in diagonale la mette fuori.

15' - MERTENS COLPISCE MALE!! Buona palla dentro di Callejon per il belga, rigore in movimento colpito molto male e palla sul fondo!!

13' - Buono il giropalla del Napoli, che cerca pazientemente varchi. In precedenza Valdifiori ha provato il lancio lungo per Gabbiadini, anticipato. Ci prova anche David Lopez da fuori con risultati decisamente esigui.  

10' - Doppia chiusura su Allan che provava a sfondare, decisivo Pazdan: ripartenza immediata del Legia fermata da Maggio.

8' - Passaggio orizzontale facile sbagliato da Koulibaly, errore evitabile. Per fortuna senza conseguenze.

6' - PRIMO SQUILLO DI MERTENS: Gabbiadini si lancia e scivola, in velocità arriva il belga, servito con un buon filtrante da terra. Conclusione centrale col destro da posizione defilata, facile per Kuciak.

5' - Buona iniziativa del Legia, Prijovic si allarga e va al cross, Guilherme taglia bene ma perde nettamente il contatto fisico con l'avversario, andando a terra troppo facilmente. Brutta gestione del brasiliano, meglio il numero 99.

4' - Si gioca poco a centrocampo, il Legia cerca i tagli con lanci lunghi per ora ben controllati dalla difesa del Napoli, che cerca di proporsi ragionando.  

1' - Subito Napoli dopo pochi secondi! Iniziativa da destra con palla al centro verso Gabbiadini che non è riuscito a concludere.

21.05 - ED ORA SI COMINCIA PER DAVVERO!!!! FISCHIA L'ARBITRO, PRIMA PALLA DEL NAPOLI!!

21.03 - Si alza una enorme nube dalla curva del Legia, fumogeni già attivi prima di cominciare. Atmosfera pazzesca per una gara di Europa League.

21.01 - LE SQUADRE FANNO IL LORO INGRESSO IN CAMPO!!!

20.55 - 10 minuti dal fischio d'inizio, va riempiendosi la Pepsi Arena, che sarà sold out.

20.50 - Nel frattempo, notizie dagli altri campi: la Lazio ha vinto in casa contro il Saint-Etienne per 3-2, la Fiorentina conduce per 4-0 sul campo del Belenenses, quarta rete firmata da Pepito Rossi.

20.45 - Un'idea del clima che il Napoli troverà allo stadio di Varsavia, una Pepsi Arena pronta ad esplodere...

20.40 - Il Legia invece vara il 4-2-3-1, non una novità il modulo, ma fanno notizia le panchine di Duda e Nikolics (out anche Zyro). Il tecnico sceglie una formazione veloce, con tre ali dietro alla punta. Quadratura e spregiudicatezza, e tanto contropiede, per il Legia.

20.35 - Sarri resta piuttosto fedele alle previsioni della vigilia, l'unica sottolineatura probabilmente è sotto al nome di Gabriel, che gioca al posto di Reina tra i pali. Per il resto, 4-3-3 annunciato, con Higuain in panchina, spazio al tridente Callejon-Gabbiadini-Mertens. Tanti muscoli a centrocampo, David Lopez affianca Valdifiori, mentre in difesa fuori Albiol e Hysaj.

20.30 - Avete visto prima la composizione della panchina del Napoli, queste le alternative per il Legia: Malarz, Broź, Vranjes, Makowski, Duda, Saganowski, Nikolić.

20.25 - Ed ecco invece l'undici dei padroni di casa del Legia Varsavia: (4-2-3-1) Kuciak; Bereszyński, Rzeźniczak, Lewczuk, Brzyski; Pazdan, Jodłowiec; Trickovski, Guilherme, Kucharczyk; Prijović.

20.20 - Partiamo col comunicare le formazioni ufficiali, ecco quella del Napoli:

Buonasera amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale di Legia Varsavia - Napoli, gara valevole per la seconda giornata della fase a gironi dell'Europa League 2015/2016. Da Varsavia, Giorgio Dusi e la redazione calcio di Vavel Italia vi racconteranno le emozioni della prima trasferta europea del Napoli e del suo allenatore, Maurizio Sarri. 

I partenopei si presentano al match contro i polacchi con il vento in poppa dopo la vittoria del primo turno contro il Brugge ed il successo contro la Juventus, ma sono ovviamente impensieriti dalla trasferta di San Siro di domenica. Il Napoli si riaffaccia, dopo due settimane all'Europa League. La trasferta polacca, nella quale la squadra azzurra affronterà il Legia Varsavia (sconfitto dal Midtiylland nella gara d'esordio) oltre a far prendere confidenza mister Sarri con i viaggi extra-nazionali, servirà a testare le velleità partenopee anche lontano dal San Paolo, dove fin ora ha avuto non poche difficoltà nel superare Sassuolo, Empoli e Carpi. Gli azzurri hanno dimostrato, davanti al pubblico amico, di poter mettere sotto sul piano di vista del ritmo e del gioco qualsivoglia avversario (Sampdoria, Brugge, Lazio e Juventus), mentre fuori casa mancano ancora personalità e caratura da grande. In quest'ottica, la sfida di domani in Polonia, servirà anche sotto questo aspetto: vincere aiuta a vincere, soprattutto fuori casa. 

Come arriva il Napoli al match

Sarri non rinnegherà affatto il turnover, inevitabile soprattutto in vista della sfida di Milano contro i rossoneri di Mihajlovic. Sebbene il toscano in conferenza abbia diffidato dalla squadra polacca, quest'ultima in campionato non se la passa benissimo: sei i punti nelle ultime quattro con tre pareggi esterni ed una sola vittoria interna. Come detto, la squadra di Berg ha perso la gara d'esordio in Danimarca ed oggi è chiamata già alla vittoria se non vuole recitare soltanto un ruolo marginale in questa competizione. 

Occasione di riscatto: Maggio, Valdifiori e Gabbiadini scalpitano

Grande occasione, in casa Napoli, per chi fino a questo momento non ha convinto del tutto. Si parte da Christian Maggio, apparso spaesato e disattento quando doveva compattare e muoversi all'unisono nella linea a quattro di Sarri. Nelle ultime gare ha perso il posto da titolare a favore dell'albanese Hysaj. Capitolo Valdifiori: il regista ex Empoli stenta a trovare, in primis, il ritmo ed il feeling con i suoi colpi, frutto di una condizione che tarda ad arrivare. Niente paura, Valdifiori troverà nel corso della stagione modo di far vedere le sue qualità e metterle in mostra: a Varsavia prima occasione per tornare a brillare. Infine Gabbiadini: l'ex attaccante della Sampdoria è stato al centro di molte polemiche in estate ed un gol, magari decisivo in casa del Legia potrebbe scacciare i fantasmi di alcuni malintesi nati con Maurizio Sarri. 

Le ultime dai campi

Legia Varsavia - Due i pezzi da novanta che mancheranno tra le pedine di Berg, che rinuncerà a Furman (squalificato) e soprattutto al talentuoso Duda, che era stato nel radar dell'Inter in questa estate (infortunato). In difesa, davanti a Kuciak, agirannoBereszynski, Rzezniczak, Lewczuk e Brzyski. Nella mediana a due nel solito 4-2-3-1, a centrocampo Vranjes sarà accompagnato da uno tra Tričkovski e Vrdoljak. Il tridente di mezzepunte sulla trequarti sarà composto da Guilherme, Prijovic, Kucharczyk, con il solo Nikolic unica punta avanzata. 

Napoli - Sarri rinuncia a tre pedine titolari nel suo scacchiere: restano a casa Hamsik, Hysaj ed Insigne. Inevitabile, come detto, un ampio turnover, favorito anche dall'ottima posizione in classifica dei partenopei. L'unico che non dovrebbe riposare sarà Reina, che difenderà i pali azzurri come nelle precedenti gare stagionali. Davanti a lui tornano Maggio e Chiriches, con Albiol e Koulibaly che si giocano un posto. Stesso dubbio anche sulla corsia mancina, dove il recuperato Strinic insidia l'indomito Ghoulam. Allan dovrebbe essere l'unico confermato in mediana: il condizionale è d'obbligo, perché in quel di Castelvolturno si parla benissimo di Chalobah, che potrebbe partire da subito accompagnando Valdifiori e David Lopez. Tuttavia, l'ex Udinese parte in vantaggio, anche perché una mediana con tre giocatori che non hanno mai giocato assieme, potrebbe risultare pericolosa. Davanti spazio al solito tridente, con l'idea di El Kaddouri in trequarti quasi del tutto esclusa: Mertens, Gabbiadini e Callejon dovrebbero essere i prescelti, con il Pipita Higuain dalla panchina. 

Le probabili formazioni

Legia Varsavia (4-2-3-1): Kuciak; Bereszynski, Rzezniczak, Lewczuk, Brzyski; Tričkovski, Vranjes; Guilherme, Prijovic, Kucharczyk; Nikolic. All. Berg

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Chiriches, Ghoulam; Lopez, Valdifiori, Allan; Mertens, Gabbiadini, Callejon. All. Sarri

Le parole degli allenatori 

Intervenendo in conferenza stampa, il tecnico del Legia Varsavia Henning Berg, ha parlato della sfida di domani contro il Napoli, allontanando in primis le voci di un possibile esonero qualora non dovesse battere i partenopei (tutto il Mondo è paese, verrebbe da dire): "Il Legia è sempre al centro di tante critiche. Se vinciamo, è perchè l'avversario è debole. Se perdiamo invece siamo noi deboli. Abbiamo già giocato 20 partite, vincendone 12 e si gioca ogni tre giorni con sei giocatori chiave fuori. Siamo riusciti a qualificarci per l'Europa League, abbiamo raggiunto i quarti in Coppa di Polonia,diamo un occhio anche agli altri e vediamo dove sono. Esonero? Sono da tempo nel calcio, non sono ingenuo o stupido. Penso a preparare bene la squadra alla gara col Napoli, sarà un grande giorno per noi, perchè loro di solito giocano in Champions ed hanno grandi giocatori. E' una festa per il club, questo dovrebbe essere il messaggio principale. L'unico mio pensiero è la partita. Dal club non ho ricevuto segnali su un cambio d'allenatore, se vogliono farlo lo fanno, sarò in grado di vivere in ogni caso. Abbiamo vinto il campionato con dieci punti di vantaggio, la scorsa stagione abbiamo vino il gruppo d'Europa League e la Coppa nazionale. Quando rientreranno Duda, Malowski e Vrdoljak avremo la qualità su più fronti. Napoli? Le italiane hanno organizzazione e la giusta mentalità. Il Napoli ha grande esperienza e giocatori come Hamsik, Higuain, Callejon e Mertens. Hanno una buona forma, ho visto le vittorie con Brugge e Juventus e sarò una gara difficile".

Prima trasferta europea per l'allenatore toscano, che inizia con una classica battuta riguardante il volo e la sua paura di volare, la sua conferenza stampa: "E' stato un volo tranquillo, per gli altri (ride, ndr), per me non è mai tranquillo ma ce l'abbiamo fatta". Si passa alla gara, la sesta in due settimane. Queste le parole di Sarriper quanto concerne il turnover e, soprattutto, se crede che i tanti cambi possano far scendere l'intensità della squadra: "Dipende dagli 11 che sceglierò domattina, il modulo verrà di conseguenza. Significherebbe avere dei problemi, avere solo dei giocatori in grado di giocare col Napoli ma non penso sarà così. Tutti coloro chiamati in causa credo dimostreranno che possono fare bene nonostante qualche cambio. Non è semplice, ma sarebbe una grande cosa per me. Sono fiducioso in chi giocherà domani". Si passa ai singoli, con Strinic e Chalobah che potrebbero scendere per la prima volta in campo dal primo minuto: "Che possibilità hanno? Le stesse degli altri 18. Non ti dirò mai chi gioca, quindi è inutile. Sapete come la penso, non manco di rispetto ai miei giocatori dicendo la formazione prima ai giornalisti. Abbiamo rinunciato ad Hamsik, Hysaj e Insigne, sono rimasti a Napoli, domani facciamo le scelte". Nonostante la vittoria contro il Bruges, e la contemporanea sconfitta dei polacchi in Danimarca, il Napoli dovrà affrontare con la massima concentrazione. Sarri riprende questo tema sottolineando come la squadra dovrà pensare alla sfida di domani e non quella di San Siro: "Ma nessuno dovrà giocare domani pensando al Milan, al Milan ci pensiamo da giovedì. Sarà una gara non semplice, gli avversari ci metteranno in difficoltà. Giochiamo in uno stadio bellissimo contro una buona squadra e pensiamo solo a questo".

Share on Facebook