Trionfo azzurro al San Paolo. Il pagellone di Napoli - Fiorentina

In questa ottava giornata di Serie A, dopo un primo tempo giocato alla pari e su grandi ritmi, il Napoli di Sarri batte, pur soffrendo - forse come non mai finora - una grande Fiorentina, al termine di una partita esaltante in un San Paolo da incorniciare. Azzurri a -3 dalla capolista viola.

Trionfo azzurro al San Paolo. Il pagellone di Napoli - Fiorentina
Gol nr. 6 del pipita in campionato. Un vero campione.


NAPOLI (4-3-3) 

Un Napoli ammazza-grandi. terza vittoria consecutiva.

Reina: Decisivo come al solito, sia nel primo tempo su Blaszczykowski che nel secondo su Kalinic. Inerme sul gol preso dallo stesso attaccante croato, si dimostra sempre più  uno dei carismatici leader di questa squadra. VOTO : 7

Hysaj: Accende la miccia a rilento, ma alla lunga brucia più di tutti. Corre, attacca (anche se sbaglia qualche cross apparentemente semplice) e difende alla grande specialmente su M. Alonso, cliente non proprio facile da affrontare al momento. Ancora un pò grezzo in alcune circostanze, ma ottima prestazione. VOTO : 6,5

Albiol: E' onnipresente nel bene, ma anche nel male, in momenti magari in cui non si necessita della sua iniziativa. Sul gol preso, sbaglia il disimpegno. VOTO : 6

Koulibaly: Eccede in foga agonistica, ma in quanto a efficacia è impressionante. Puntella sempre di più questo suo magico periodo di forma. Una vera e propria forza della natura. VOTO : 7

Ghoulam: Spinge tantissimo sulla fascia mettendo in seria difficoltà la retroguardia toscana in zona offensiva, mentre dietro si fa sentire a modo suo. Magari non elegantissimo, ma utile alla causa azzurra. VOTO : 6,5

Allan (dal 46' s.t. David Lopez: s.v.): Partito in sordina, come un pò tutto il Napoli, si rifà eccome seminando praticamente il panico. Lotta, affonda, difende, fa salire la squadra, si inserisce, combatte. Con queste reiterate grandi performance diventa sempre più un giocatore fondamentale per il Napoli. VOTO : 7,5

Jorginho: Morde le caviglie e difende, questa la sua mansione principale. Lancia poco i compagni in profondità, reggendo comunque bene la faida con Borja Valero. VOTO : 6,5

Hamsik: Il capitano è autore di una partita fantastica sotto tutti i punti di vista. Tornato in formato europeo dalla fresca qualificazione della sua Slovacchia, serve con una palla perfetta fra le linee l'assist per Insigne al 46'. In aggiunta tanta qualità e sostanza. Un altro giocatore rispetto a quello spento di Benitez. Il suo ruggito sbianca la viola scatenando il San Paolo. VOTO : 7,5

Callejon: Tanta corsa, soliti tagli in diagonale e lavoro dietro le quinte per l'iberico, il quale ha l'occasione d'oro per blindare il match nel secondo tempo, che però non sfrutta calciando a lato. VOTO : 6,5

Higuain: I campioni si vedono nei momenti decisivi come si suol dire, e lui è uno di questi. Non particolarmente servito nel primo tempo (colpo di testa nel finale), nel secondo tempo sfiora prima il gol di potenza, poi trova la rete grazie alla collaborazione di Mertens al 73' con un sinistro in area chirurgico, facendo letteralmente esplodere lo stadio. 6 gol anche per lui in 8 gare. Fenomeno. VOTO : 8

Insigne: Primo tempo lontano dal match, placcato anche molto bene dai difensori viola. Comincia la ripresa alla grandissima mettendo il pallone sul secondo palo di prima e firmando la rete del vantaggio partenopeo. 6 gol in 8 partite. Sempre più top player. VOTO: 7,5 (dal 16' s.t. Mertens: Poco più di 15' minuti per mandare in porta il pipita che fa 2 a 0. Esce per infortunio. VOTO: 6,5; dal 34' s.t. El Kaddouri: Un po' fumoso. VOTO : 6) ;

Panchina : Gabriel, Rafael, Chiriches, Chalobah, Henrique, Maggio, Strinic, Valdifiori, Gabbiadini.

All.Sarri: Il suo Napoli batte un'altra grande, con un'altra appunto grande prestazione. Costretto a cambiare Mertens dopo appena 15' minuti, i restanti sono associati all'andamento della gara con gli ingressi di D.Lopez e El Kaddouri, più palliativi che decisivi per la stessa. Quelli che non lo credevano adatto alla panchina azzurra si stanno ricredendo. VOTO : 7


FIORENTINA (3-4-2-1) 

Gol nr. 5 in Serie A per il croato.

Tatarusanu: Parate plastiche e non particolarmente complicate nel primo tempo, mentre non può nulla sui colpi da grandi giocatori di Insigne e Higuain. VOTO: 5

Tomovic (dal 34' s.t. Babacar: s.v): Distratto, a tratti assorto in chissà quali pensieri, permette l'inserimento di Insigne che apre la strada alla vittoria della squadra di casa. VOTO: 5

Rodriguez: Solito mastino ostico da superare, si fa infilare da Higuain sul secondo gol trovandosi fuori posizione assieme a tutta la sua difesa. VOTO: 5,5

Astori: Il difensore, vicino alla casacca azzurra questa estate, è autore di una performance ordinata anche se di fronte alla qualità dell'attacco azzurro deve inchinarsi. VOTO: 5,5

Blaszczykowski: Sfiora il gol nella prima parte di gara con un sinistro calibrato e insidioso da fuori, parato da Reina con una mano. Tenta di impensierire il Napoli con le sue falcate ma non ha efficacia. VOTO: 5,5

Badelj: Coadiuva qualità e quantità creando non pochi problemi per gli azzurri. Sicuramente uno degli acquisti più azzeccati per la Fiorentina. VOTO: 6,5

Vecino: L'ex di Sarri si dimostra una continua spina nel fianco per i centrocampisti azzurri, con grande pressing, cattiveria agonistica nei contrasti e inserimenti da non sottovalutare. VOTO: 6

Alonso (dal 10' s.t. Roncaglia): Si trova contro Hysaj che col passare dei minuti riesce ad arginarlo, dopo un inizio dove lo spagnolo pareva averlo in pugno. Tanti cross ma poca precisione. VOTO: 5,5

Bernardeschi (dal 7' s.t. Ilicic: Croce e delizia lo sloveno, che serve prima l'assist per Kalinic poi regala il pallone al pipita che fa 2 a 0. VOTO : 5): Avulso dalla manovra specialmente nel secondo tempo, poco propositivo. VOTO: 5

Borja Valero: Solito gran palleggiatore e grande interprete del match, la sua qualità è indiscussa. Mette in seria difficoltà con i suoi dribbling e lanci precisi il Napoli che lo ha tanto cercato in questi anni, non a caso. VOTO: 6,5 

Kalinic: Primo gol in quattro partite contro il Napoli dopo le sfide dello scorso anno quando vestiva la maglia del Dnipro. Si prende tanti falli facendo salire i suoi, fa reparto da solo e la rete è da grande centravanti, con un tocco di prima di esterno destro che fulmina letteralmente  un incolpevole Reina. VOTO: 7

Panchina: Sepe, Lezzerini, Pasqual, Suarez, Fernandez, Rebic, Rossi, Verdu.

All. Paulo Sousa: L'aveva preparata alla grande la partita e questo lo si è visto soprattutto nel primo tempo, dettato da grande organizzazione di gioco, qualità  di palleggio, tatticismi e schemi che hanno placcato uno degli attacchi più prolifici del campionato. Una sconfitta a Napoli ci può stare, ma con la performance di oggi non c'è un ridimensionamento della sua Fiorentina ma anzi una certezza, quella di volere sorprendere in questo campionato. VOTO : 6,5


 


Share on Facebook