Napoli: operazione Midtjylland tra turnover e Chievo Verona

La squadra di Sarri, lanciata dalla vittoria di domenica contro la Fiorentina, parte alla volta della Danimarca dove si giocherà il primato contro la squadra rivelazione del girone: il Midtjylland di Thorup. Con un piede al prossimo turno, inevitabile un pensiero alla sfida con il Chievo che condizionerà le scelte dell'ex allenatore dell'Empoli.

Napoli: operazione Midtjylland tra turnover e Chievo Verona
Napoli: operazione Midtjylland tra turnover e Chievo Verona

Seconda trasferta europea per il Napoli di Maurizio Sarri, che dopo il sorriso ritrovato in quel di Varsavia anche lontano dal San Paolo torna a viaggiare per la terza giornata della fase a gironi dell'Europa League. Domani, infatti, i partenopei saranno impegnati in Danimarca, nella sfida che vale il primato nel girone contro la sorpresa Midtjylland, che contro tutti i pronostici viaggia come Higuain e compagni a punteggio pieno dopo le due vittorie contro Legia (1-0) e Brugge (1-3). 

La squadra di Thorup attende dunque i suoi avversari dall'alto del primato in classifica anche nella Serie A danese, che però, al contrario rispetto a quanto farà Sarri, non condizionerà le scelte di formazione del mister dei danesi. L'ex allenatore dell'Empoli, reduce con il suo Napoli dalla bellissima vittoria contro la Fiorentina che è valsa il -3 dal primo posto in Serie A, adatterà le sue scelte in base alla trasferta di Verona, ben più importante sul piatto della bilancia rispetto a quella europea, dove il Napoli ha quasi in cassaforte il passaggio del turno. 

Guai, però, a sottovalutare l'avversario e l'impegno. Vincere aiuta a vincere, sempre e comunque, ed anche se in campo andranno le 'seconde linee' il Napoli, così come già fatto a Varsavia contro il Legia, cercherà di imporre idee e gioco, alla ricerca del risultato positivo (il decimo di fila, eventualmente). Ampio turnover in vista della trasferta clivense, che servrà a Sarri per testare le motivazioni di coloro i quali non hanno ancora dimostrato del tutto di meritarsi il posto da titolare. 

Spazio dunque, con ogni probabilità, a Maggio e Chiriches in difesa, con Strinic che potrebbe esordire dal primo minuto in questa stagione. Dovrebbe essere confermato Raul Albiol in coppia con il rumeno, a protezione dei pali difesi da Gabriel, molto positivo all'esordio in Polonia. In mediana si rivedrà Valdifiori, con Lopez che spalleggerà l'ex empolese assieme ad uno tra Allan ed Hamsik: su questa scelta ci sono i maggiori dubbi per Sarri, anche se propendiamo per la scelta del brasiliano per questioni psico-fisiche, visto che Hamsik è comunque reduce dalla trasferta con la Nazionale. 

Infine, davanti, spazio finalmente a Gabbiadini, con Higuain ed Insigne che partiranno dalla panchina. Assieme all'ex Sampdoria agiranno Callejon sulla destra, instancabile, ed El Kaddouri, con Mertens che rimarrà a casa dopo la contrattura rimediata contro la Fiorentina. 

Napoli (4-3-3): Gabriel; Maggio, Albiol, Chiriches, Strinic; Allan, Valdifiori, Lopez; Callejon, Gabbiadini, El Kaddouri. All.: Sarri. 


Share on Facebook