Napoli in ansia per Gabbiadini

Serata agrodolce per l'attaccante del Napoli che, dopo il gol del momentaneo 2-1 segnato di testa, su assist di Marchisio, ha dovuto lasciare il campo per un colpo subito alla caviglia. Prime indiscrezioni parlano di una distorsione, e di un riposo forzato di due settimane; in giornata gli esami strumentali.

Napoli in ansia per Gabbiadini
Napoli in ansia per Gabbiadini

Serata sfortunata per l'attaccante del Napoli Manolo Gabbiadini, che era entrato in corso d'opera durante l'amichevole dell'Italia contro la Romania, riuscendo anche a segnare il gol del 2-1 degli azzurri di Conte. Tuttavia, la gara dell'attaccante azzurro è terminata pochi minuti dopo, quando ha lasciato anzitempo il terreno di gioco sorretto a braccia dallo staff medico della Nazionale a causa di un brutto contatto con un difensore rumeno, non riuscendosi nemmeno a godere fino in fondo il suo primo gol in carriera con la maglia dell'Italia.

Non si conosce ancora l'entità dell'infortunio ma le prime indiscrezioni, fornite nel post gara da Rai Sport parlando di una distorsione alla caviglia. Nella giornata odierna l'attaccante bergamasco farà ritorno a Castel Volturno per svolgere gli esami strumentali del caso, che valuteranno le sue condizioni e, eventualmente, l'interessamento dei legamenti dell'arto infortunato. E' certa la sua assenza per la trasferta di Verona e, presumibilmente, Sarri non lo rischierà nemmeno nella trasferta di Brugge di giovedì prossimo, per provare a recuperarlo per la sfida contro l'Inter di lunedì 30. 

L'allenatore del Napoli avrà dunque gli uomini contati in quello che, fino ad una settimana fa, era il reparto più florido degli azzurri, che annoverava cinque punte di assoluto livello. A Verona invece l'ex Empoli avrà di fatto a disposizione, con ogni probabilità, i soli Insigne, Callejon, ed Higuain. L'argentino è reduce dalla vittoriosa trasferta di Barranquilla contro la Colombia, decisiva ai fini della corsa al Mondiale 2018 dell'Argentina e potrà contagiare l'ambiente partenopeo con ulteriore entusiasmo, così come fu per Hamsik un mese fa in occasione della qualificazione della Slovacchia agli Europei. Il Pipita, così come Ghoulam e gli altri azzurri impegnati nei rispettivi impegni con le nazionali, rientreranno nel capoluogo campano alla spicciolata, con Sarri che li attende a braccia aperte per preparare l'importantissima sfida del Bentegodi. 


Share on Facebook