Napoli, De Laurentiis: "Dalla quarta a oggi non ci siamo fermati. Giuntoli sta lavorando bene"

Il presidente del Napoli, all'indomani del successo del Luigi Ferraris che è valsa la conferma in testa alla classifica, ha analizzato i temi della crescita della sua squadra sotto la cura Sarri e, inoltre, guardato anche al mercato.

Napoli, De Laurentiis: "Dalla quarta a oggi non ci siamo fermati. Giuntoli sta lavorando bene"
Napoli, De Laurentiis: "Dalla quarta a oggi non ci siamo fermati. Giuntoli sta lavorando bene"

E' un Aurelio De Laurentiis sereno e sorridente quello che ha partecipato alla presentazione del suo nuovo film "L'abbiamo fatta grossa...". Il giorno dopo la bella vittoria di Marassi, contro la Sampdoria, il patron dei partenopei è tornato ad analizzare i temi della stagione, con la sua squadra che viaggia sempre a vele spiegate in vetta alla graduatoria della Serie A. 

"Dalla quarta partita di campionato in poi, il Napoli non si è mai fermato, nemmeno in Europa. Siamo caduti in Coppa Italia, ma è complicato lottare per un triplete. Se vediamo i primi dieci risultati dell'attacco, il mio Napoli c'è stato quattro volte e quest'anno c'è il primo. Questa società lavora con diligenza e applicazione che sono sinonimi di grande amore verso la città e la squadra".

Si guarda anche avanti, tuttavia, con la sfida all'Empoli che già incombe nelle menti della squadra e della dirigenza. Partita non facile, contro una squadra che gioca benissimo a calcio e che, potrebbe arrivare a Napoli con la leggerezza di chi ha quasi ottenuto il suo obiettivo stagionale: "L'Empoli sa utilizzare i giovani del vivaio. Giampaolo ha continuato quello che ha seminato Sarri e sarà una partita molto ostica. Non va presa sotto gamba ma con grande umiltà e concentrazione".

Inevitabile non parlare anche di Scudetto, che ad oggi sembra sempre più una lotta a due tra Napoli e Juve: "Sono tante le squadre che possono competere fino alla fine. Questa non è una debolezza della Serie A perchè tutte le squadre si sono rafforzate". 

Infine, una battuta che riguarda il mercato in entrata. Si parte da Grassi, che arriverà domani per le visite mediche, per chiudere ai colpi futuri: "Quando si dice che in questo mercato non ho portato un top player come promesso si dice una cosa sbagliata. Io avevo riferito ai miei collaboratori che c'era un budget a disposizione, che poteva servire anche per un top-player. Ma se le altre squadre a cui ci rivolgiamo, che sono top club, non vogliono vendere non possiamo farci niente. E poi se compriamo un top-player, gli facciamo far panchina in questo Napoli irresistibile? Oppure tiriamo fuori qualcuno di questi ragazzi che fanno così bene!? E' difficile tenere gli equilibri. Giuntoli e Chievelli stanno lavorando bene. Arriveranno due giocatori funzionali al nostro progetto".

Non manca, inoltre, la chiusura ad effetto: "E poi chi vi ha detto che per l'estate non abbia già contrattualizzato un giocatore per luglio!?".

SSC Napoli