Napoli, Sarri sfoglia la margherita del turnover tra qualificazione ed un occhio al campionato

Inevitabile, alla vigilia della sfida di ritorno di Europa League contro il Villarreal, pensare anche alla partita di lunedì prossimo di Firenze: il Napoli deve ritrovare, dopo tre gare, la vittoria contro gli spagnoli, per ribaltare lo 0-1 dell'andata e provare a qualificarsi agli ottavi. Per farlo, però, spazio ai titolari o all'ennesimo turnover?

Napoli, Sarri sfoglia la margherita del turnover tra qualificazione ed un occhio al campionato
Napoli, Sarri sfoglia la margherita, tra qualificazione ed un occhio al campionato

Titolari o turnover? Questo, alla vigilia della prima sfida da dentro o fuori stagionale, è il dilemma che Maurizio Sarri dovrà sciogliere in vista del match di ritorno contro il Villarreal di domani sera. Napoli che è costretto a ribaltare la sconfitta dell'andata, per 1-0, se vuole passare il turno e guardare all'Europa League come un secondo obiettivo stagionale assieme al campionato. Già, perché domani sera, sebbene l'importanza della gara sia assoluta, sarà inevitabile buttare un occhio anche alla trasferta incombente ed ingombrante di Firenze sullo sfondo.

Preservare energie fisiche e mentali in vista della trasferta toscana, che potrebbe consolidare il secondo posto degli azzurri, sarà fondamentale nella gara contro gli iberici e, per questo motivo, il tecnico del Napoli sta pensando al turnover da applicare in vista della gara di domani sera. Higuain o non Higuain, ma non solo. I dubbi relativi alla presenza del Pipita dal primo minuto vengono accompagnati da quelli che riguardano in difesa Koulibaly e Ghoulam, così come Hysaj, oltre ad un Hamsik visto in notevole calo di condizione e lucidità. La verità, e quindi la decisione ultima del tecnico toscano, potrebbe risiedere nel mezzo come spesso accade, con dei cambi ragionati e mirati come soluzione ultima. 

Dopo aver riposato nella gara del Madrigal, Sarri affiderà le chiavi della difesa a Raul Albiol, con uno tra Koulibaly e Chiriches al suo fianco (con il rumeno favorito). Hysaj e Strinic dovrebbero essere confermati sugli esterni (anche se l'albanese le ha giocate tutte in questo scorcio di stagione e Maggio scalpita), mentre in mediana, con Lopez, quasi certo di un posto da titolare, dovrebbe esserci Allan nel ruolo di mezzala. Difficile che sia El Kaddouri il prescelto per dare il cambio ad Hamsik, visto in difficoltà nelle ultime uscite. Da sciogliere anche il dubbio che in cabina di regia vede Valdifiori in difficoltà nel prendere le redini del gioco in mano nella gara d'andata: la voglia e la presenza di Jorginho, confermata anche contro il Milan, dovrebbero essere preferite. 

Tutto da decidere invece davanti, dove scalpitano Gabbiadini e Mertens. Quest'ultimo, nonostante la buona prestazione di Insigne in campionato, dovrebbe essere il titolare sull'out mancino, accompagnando proprio Higuain davanti (nell'intento di sbloccarsi da questo periodo di magra) assieme ad uno tra Gabbiadini e Callejon. La necessità di riposare dello spagnolo, unita a quella di scardinare l'ostica difesa di Marcelino, permetterebbe a Sarri l'inserimento dell'ex attaccante della Sampdoria nel ruolo a lui più congeniale, considerando che domani sera da difendere ci sarà ben poco. Tutte decisioni che verranno prese a tempo debito, con Sarri che potrebbe già in conferenza stampa oggi pomeriggio chiarire qualche scelta. 


Share on Facebook