Koulibaly rilancia il Napoli: "Fiero delle parole di Maradona, torneremo a vincere"

Il difensore franco-senegalese degli azzurri ha analizzato il momento di difficoltà della compagine campana guardando alle ultime undici partite ed al sogno scudetto con rinnovata fiducia.

Koulibaly rilancia il Napoli: "Fiero delle parole di Maradona, torneremo a vincere"
Koulibaly rilancia il Napoli: "Fiero delle parole di Maradona, torneremo a vincere"

Kalidou Koulibaly, difensore azzurro, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Primo argomento il momento della squadra: "Abbiamo attraversato un Febbraio difficile, faremo di tutto per tornare a vincere da Marzo. Sarri sta lavorando con noi difensori per cercare di prendere sempre meno gol."

Il sogno resta sempre quello, inutile nascondersi: "Scudetto? Voglio vincerlo per i tifosi. E' un sogno ma dobbiamo pensare innanzitutto a blindare il secondo posto per la Champions. I tre punti sulla Juventus sono recuperabili. Spero che tutti i tifosi ci seguiranno perchè sarà importante averli al seguito. Napoli è una città straordinaria che merita il meglio, e ci impegneremo per vincere partita dopo partita, già a cominciare dal Chievo. Non dobbiamo però subire troppa pressione e pensare settimana dopo settimana per arrivare quanto più in alto in classifica. Daremo il massimo nelle ultime undici partite di campionato."

Stagione importante per Koulibaly che adesso ha pure un soprannome tutto suo: "Soprannome The Wall? Non è solo mio, ma è merito di tutta la difesa e dello staff che mi segue costantemente, giorno dopo giorno. Stiamo lavorando duramente in allenamento per provare a subire sempre meno gol. Chiriches o Albiol? Il nome non fa la differenza. Siamo tutti quanti sullo stesso livello e lavoriamo duramente per difendere la porta azzurra."

Anche un certo Maradona ha speso parole importanti per lui:  "Le sue parole fanno molto piacere. E' un giocatore straordinario che ha fatto tanto per il Napoli e quando parla bene di me mi invoglia a dare sempre il massimo. Sono molto contento, e se qualcuno mi avesse detto che un giorno Maradona avrebbe parlato di me, non gli avrei creduto".


Share on Facebook