Napoli spettacolo col Bologna! Roma a -8, stasera giallorossi in campo

I partenopei vincono senza storie contro il Bologna al San Paolo. Quali scenari per gli azzurri di Sarri? Gabbiadini e Mertens da urlo. L'analisi.

Napoli spettacolo col Bologna! Roma a -8, stasera giallorossi in campo
Gabbiadini realizza la sua prima rete ieri sera. | metropolisweb.it

Una vittoria fondamentale per tutto, forse anche per i miracoli. A soli tre giorni dallo scivolone di San Siro, il Napoli sembra tutt'altra squadra: 6 reti, tanto, tanto spettacolo contro una squadra che ha messo in difficoltà praticamente tutte le big ma che ieri probabilmente non era in serata. Gli azzurri hanno dato una prova di carattere nonostante un San Paolo semivuoto e una sconfitta nella giornata precedente che poteva pesare sia fisicamente sia mentalmente.

Tuttavia è uscita fuori la squadra top, al solito, con Sarri che ha inteso alla perfezione il match, con una partita giocata sin dai primi minuti con forte intensità, segnata dalla doppietta di Gabbiadini (che in queste 3 partite ha sostituito alla grande Higuain), poi nella seconda frazione è esploso tutto il talento della riserva (!) Mertens che con la sua tripletta non solo si è portato il pallone a casa, ma ha anche aperto una goleada stellare, chiusa dal gol di Lopez per il 6-0 definitivo. Serviva una reazione sia per quanto possibile avvicinare la Juventus (stasera in campo in casa contro la Lazio) sia per tenere un buon distacco dalla Roma in vista dello scontro chiave per il secondo posto di lunedì, con gli azzurri che hanno momentaneamente 8 lunghezze di vantaggio sui giallorossi.

Questa vittoria fa riflettere molto soprattutto in ottica mercato, con i marcatori che sono tutti dati come possibili partenti, ma che hanno risposto sul campo di meritare questa maglia. A dire il vero, erano già stati protagonisti nella seppur breve esperienza partenopea in Europa League, ma questa vittoria contava più di tutte quelle fatte ai gironi della competizione UEFA. Quali scenari si aprono adesso per gli azzurri? In ottica secondo posto, già il pari della Roma contro l'Atalanta era stato fondamentale per tenere lontano i capitolini; ora c'è una trasferta complicatissima e da gestire lunedì, con l'Inter che comunque è da tener d'occhio poichè in ascesa e la Fiorentina che è uscita dalla crisi ma dovrà vedersela con la Juventus nel prossimo weekend. Parlare di scudetto è affidarsi a un filo di speranza tenuto vivo solo dalla mancata certezza aritmetica, ci vorrebbe un tracollo bianconero che al momento va considerato non impossibile ma quasi.

Il Napoli fra Champions e vetta... possibile continuare a sognare per i partenopei?