Napoli tra campo e mercato: Diawara ad un passo dall'azzurro

La squadra di Sarri si prepara nel centro sportivo di Castelvolturno ad affrontare la prima giornata di campionato che la vedrà impegnata contro il Pescara all'Adriatico, domenica sera alle 20:45. Nello stesso tempo Giuntoli continua a lavorare in entrata ed in uscita sul fronte mercato.

Napoli tra campo e mercato: Diawara ad un passo dall'azzurro
Napoli tra campo e mercato

Il Napoli, come le restanti 19 partecipanti al campionato di Serie A, si avvicina a grandi passi all'esordio stagionale che la vedrà impegnata nella difficilissima trasferta di Pescara. Sarri non poteva augurarsi inizio peggiore considerando che si andrà a giocare in casa di una neopromossa che è arrivata terza nello scorso campionato di Serie B, battendo nella Finale play - off il Trapani. Il tecnico toscano teme molto l'entusiasmo che avrà la formazione abruzzese nel giocare la sua prima partita di campionato davanti ai propri tifosi e contro una squadra, come quella partenopea, considerata di alto livello in ambito nazionale. Non c'è solo questo aspetto da tenere in considerazione, ma anche la qualità della rosa biancoceleste che consta di elementi validissimi in difesa, a centrocampo ed in attacco, il tutto ottimamente amalgamato da mister Oddo, al suo esordio su una panchina in Serie A, e che per questo sarà ancora più stimolato nel confrontarsi con colui che viene considerato il "maestro" del calcio italiano, ossia Maurizio Sarri. Tutto ciò preoccupa enormemente proprio l'allenatore partenopeo che fin da martedì sta preparando minuziosamente questa sfida in ogni singolo particolare, svolgendo doppie sedute continue, dove al mattino fa svolgere intense sedute tecnico-tattiche ai difensori, ed al pomeriggio al reparto offensivo.

Il Napoli è conscio della falsa partenza della scorsa stagione e per questo non ha nessuna intenzione di ripeterla. Anche nello scorso campionato s'iniziò affrontando una squadra che faceva del palleggio e della qualità offensiva le proprie armi migliori. Da questo punto di vista gli azzurri sono avvantaggiati, ma bisognerà comunque prestare attenzione alla freschezza di giovani come Verre, Caprari e Manaj, i quali possono creare non pochi grattacapi alla difesa partenopea. Per questo motivo Sarri per questa prima sfida si affiderà agli uomini migliori, cioè quelli della passata stagione, quindi Reina tra i pali (con Sepe e Rafael confermati come alternative, con il partenopeo come 2° ed il brasiliano come 3°), Hysaj sulla fascia destra, Ghoulam su quella sinistra (tante le attese riposte dal tecnico toscano sul terzino algerino dopo i netti miglioramenti visti a Dimaro), Albiol e Koulibaly a comporre il duo centrale. A centrocampo spazio al solito trio Allan - Jorginho - Hamsik. Infine, in attacco, Callejon conserva il suo posto da ala destra, al centro Gabbiadini partirà titolare, anche se quest'anno non ci sarà una vera e propria gerarchia in quanto Sarri deciderà di partita in partita, mentre a sinistra dovrebbe giocare Mertens. Il condizionale è d'obbligo perchè questa è l'unica scelta che Sarri si riserverà fino a poche ore dal match, in quanto il belga si è dimostrato sicuramente più in forma di Insigne, ma il tecnico toscano vuole soprattutto constatare la condizione psicologica del fantasista partenopeo, che è in attesa del rinnovo del contratto.

A proposito di ciò, mentre la squadra lavora sul campo, Giuntoli si muove sul mercato in cerca degli ultimi rinforzi per puntellare la rosa, così come di sfoltirla con numerose cessioni. Le ultime ore hanno portato sviluppi importanti su due importanti fronti: il primo è quello riguardante Diawara che è stato sostanzialmente bloccato dal Napoli dopo la chiacchierata telefonica andata in scena tra De Laurentiis e Fenucci (a.d. del Bologna). Fondamentale da questo punto di vista è stata la pressione fatta dal d.s. Giuntoli per acquisire il giocatore e sottrarlo alle altre big italiane che lo stavano cercando, su tutte Roma e Juventus. Il secondo punto invece riguarda De Guzman che è in procinto di essere ceduto in prestito con diritto di riscatto fissato a 2 milioni al Chievo. Il centrocampista olandese non è l'unico in lista cessioni, in quanto Giuntoli è al lavoro per piazzare i vari esuberi, due su tutti David Lopez e Grassi, con il primo che verrà ceduto in Spagna, probabilmente all'Espanyol, mentre il secondo verrà girato in prestito in qualche club di seconda fascia italiano (il Pescara ha chiesto informazioni). Oltre ai due centrocampisti ci sono anche i giovani Dezi, Roberto Insigne e Dumitru che vanno piazzati in qualche squadra di Serie B. Dopo aver terminato il lavoro in uscita, Giuntoli dedicherà gli ultimi istanti di mercato alla ricerca di qualche occasione utile alla causa partenopea.

Sbarcherà presto a Capodichino Marko Rog, affare concluso sulla base di 15 milioni. Il centrocampista croato andrà a comporre il centrocampo azzurro insieme a Jorginho, Diawara (?), Allan, Zielinski, Hamsik e Giaccherini. Manca Valdifiori, in quanto l'acquisto (ormai imminente) del centrocampista guineano del Bologna, libera proprio l'ex giocatore dell'Empoli che verrà ceduto in qualche altra squadra di Serie A dopo la partita di Pescara. Inoltre il Napoli è alla ricerca di un quinto difensore oltre ai già presenti Albiol, Koulibaly, Chiriches e Tonelli. L'identikit fatto da Giuntoli è quello di un giocatore di piede sinistro che sappia giocare anche come terzino, questo perchè a Gennaio il Napoli perderà, causa Coppa d'Africa, Koulibaly e Ghoulam che andranno adeguatamente sostituiti. In questi giorni si sono fatti i nomi di Caceres e Criscito, ma mentre il primo non è ben visto da Sarri, il secondo ha un problema d'ingaggio (il difensore dello Zenit guadagna attualmente 3 milioni l'anno). L'esborso economico non sarebbe neanche eccessivo considerando gli stipendi medi dei giocatori del Napoli e i soldi che la società partenopea ha in cassa, ma il presidente De Laurentiis ritiene che siano troppi per un difensore, ed in più c'è da considerare la volontà del club russo di non liberarlo. Quindi presumibilmente si verterà su altri profili, tra i quali non rientra Maksimovic, che il Torino non vuole dare al Napoli e che quindi verrà quasi sicuramente ceduto all'estero.

Infine per quanto riguarda il discorso rinnovi, entro la fine di Agosto verrà ufficializzato quello di Hysaj con probabile clausola rescissoria, per Albiol se ne discuterà a settembre considerando certa la sua permanenza dato che ormai siamo a fine mercato e non ci sarebbe il tempo per sostituirlo, Koulibaly rinnoverà entro il mese di Ottobre ed anche qui c'è la possibilità che venga inserita una clausola rescissoria piuttosto alta, ed Insigne, che invece vedrà discusso il proprio contratto durante queste settimane. Le situazioni contrattuali di Mertens e Gabbiadini verranno invece riviste con calma lungo la stagione. 


Share on Facebook