Napoli, De Laurentiis a 360 gradi: progetto stadio, mercato e...Higuain

Il patron del club azzurro, in visita a Stamford Bridge per “The Sport Business Summit”, ha fatto il punto della situazione per quanto riguarda il suo Napoli, voltando anche uno sguardo al passato ai casi spinosi dell'estate. Queste le sue dichiarazioni.

Napoli, De Laurentiis a 360 gradi: progetto stadio, mercato e...Higuain
Napoli, De Laurentiis a 360 gradi: stadio, progetti e...Higuain

E' un Aurelio De Laurentiis visibilmente sereno, sorridente e soddisfatto quello che si è presentato quest'oggi allo “Sport Business Summit”. A Londra, esattamente a Stamford Bridge, il patron della società campana ha partecipato alla riunione tenutasi in mattinata, prima di scambiare qualche battuta con i presenti riguardo il tema stadio, il mercato e la crescita esponenziale del brand del suo Napoli. Il presidente avrebbe tra le altre cose confermato - secondo quanto riportato da Tom Markham - la volontà di costruire uno stadio da 20000 posti con la possibilità di regalare di volta in volta 5000 tagliandi ai tifosi meno privilegiati. 

A margine del summit, il comunicato ufficiale apparso sul sito ufficiale della società partenopea. 

Alla presenza di centinaia tra i principali manager del calcio europeo e mondiale, Aurelio De Laurentiis ha partecipato al Summit di Leaders che si è aperto oggi a Londra, confrontandosi in un dibattito con la Baronessa Karren Brady, Vice Chairman del West Ham. 

L'incontro, inserito nel Panel "Ownership and the business of running a team: motives, plans and growth", è stato seguito da una serie di incontri con la stampa internazionale. "Sono orgoglioso di quanto sta facendo il Napoli, quest'anno e in tutti gli anni passati in cui sono stato presidente" ha detto De Laurentiis. "Ho rilevato il Napoli da un fallimento che aveva lasciato solo il marchio e i suoi meravigliosi tifosi. E in 12 anni siamo passati dalla posizione 550 alla 16 in Europa (ranking UEFA). Grazie alla ottima partenza di questa stagione siamo addirittura al quarto posto nel ranking UEFA stagionale, un risultato straordinario".

De Laurentiis ha sottolineato come sia necessario "governare il cambiamento in atto nel mondo dei media, che porterà a una rivoluzione nel modo di seguire il calcio nel giro di pochi anni".

Al termine dell'intervento il numero uno azzurro è anche intervenuto ai microfoni di Sky Sport, dibattendo dell'offerta del Chelsea per Koulibaly e non solo: "Conte dirà sempre che non è vero, ma ci ha offerto 30-35-40-45-50 mln per Koulibaly. Proprio alla chiusura del mercato mi ha detto ‘ti offro 58 mln per Koulibaly’, ma per me quest’anno Koulibaly doveva rimanere a Napoli, ne riparleremo l’anno prossimo". Dal caso del difensore franco-senegalese rimasto in Campania, a Higuain: "Si tratta di un ottimo giocatore, ma non si può obbligare una persona a rimanere specialmente se nel contratto c'è una cifra per la sua cessione automatica. Non pensavo che la Juventus sarebbe arrivata a pagare tanto per lui, è stata una novità non molto elegante".

Ed infine, inevitabile anche una battuta per quel che concerne lo stadio e la situazione attuale: "Tutti dicono che De Laurentiis ha uno stadio bruttissimo ma non è mio, è del Comune! Gli unici lavoro li ho fatto di tasca mia. Curve a 40 euro? Come allo Juventus Stadium, offriamo uno spettacolo".


Share on Facebook