Il Napoli strapazza il Cagliari (0-5): le parole dei protagonisti

Le parole di Sarri e Rastelli al termine della gara

Il Napoli strapazza il Cagliari (0-5): le parole dei protagonisti
Il Napoli strapazza il Cagliari (0-5): le parole dei protagonisti

Il Napoli vince, anzi stravince, contro il Cagliari per 5-0. Gli azzurri continuano la striscia positiva trovando la terza vittoria consecutiva dopo Inter e Benfica. Male i rossoblu. Ma andiamo a sentire le parole dei due allenatori al termine della partita. 

Sarri: "La gara era difficile"

Il Napoli ha dato quel segnale di continuità che il tecnico Sarri chiedeva: "La gara era difficile, perché venivamo dall’impegno Champions che ti toglie sempre grandi energie fisiche e mentali. Era anche difficile per l’orario, difficile davvero per giocare a calcio e non lo auguro a nessuno. Era difficile anche perché il Cagliari in casa ha fatto sempre bene, invece abbiamo giocato una grande gara, mostrando grande sacrificio anche in fase difensiva".

E ancora: "Il lavoro dei nostri attaccanti in fase di non possesso per noi fa la differenza. Ora pensiamo ad arrivare alla stessa maniera alla prossima gara con il Torino, che sta facendo benissimo". Due parole su Mertens: "E' un giocatore forte, può fare la differenza da esterno e può far benissimo anche da attaccante centrale. In questo momento, più che del ruolo, parlare della condizione fisica e mentale del giocatore. Spostarlo di dieci metri non cambia"Koulibaly: "Ha preso una botta al ginocchio, la prima sensazione è che non sia niente di grave, ma per una risposta certa aspettiamo domani". 

Rastelli: "Il divario oggi si è visto in maniera netta"

Un pizzico di amarezza in casa Cagliari: "Credo che fino al gol c’è stata la gara che mi aspettavo. Affrontavamo una grande squadra, abbiamo fatto buon pressing cercando di non far ragionare il Napoli. Nel momento in cui loro hanno trovato il vantaggio la gara si è messa sui loro binari preferiti. Trovando più spazi loro hanno avuto vita facile, dopo la rete del 2-0 a fine primo tempo e quella del 3-0 ad inizio ripresa la gara è finita. Più che nostri demeriti voglio dare grande merito al Napoli che ci ha pressati in ogni zona del campo, ma questo lo sapevamo. indietro ci hanno concesso poco. Il divario oggi si è visto in maniera netta, dispiace perdere così ma bisogna accettare il verdetto del campo".

In chiusura: "Farias? Avrebbe giocato dal primo minuto se non avesse avuto problemi in settimana. Il sostegno dei nostri tifosi non deve mai mancare, queste sconfitte danno fastidio ma a fine gara con razionalità ti accorgi che abbiamo 20 punti e siamo in una buona zona di classifica per una neopromossa". 

[Fonte: Sky Sport, tuttomercatoweb e tuttonapoli]


Share on Facebook