Napoli, contro il Torino Sarri conferma il tridente fantasia

Ultima partita dell'anno solare 2016 davanti al pubblico amico e, la squadra di Sarri, vuole provare a confermare l'ottimo momento di forma che vede gli azzurri vincenti da tre gare consecutive: le scelte del tecnico toscano.

Napoli, contro il Torino Sarri conferma il tridente fantasia
Napoli, contro il Torino Sarri conferma il tridente fantasia

Continua la rincorsa al terzo posto del Napoli di Maurizio Sarri. La squadra partenopea, reduce dalle belle e confortanti vittorie ottenute contro Inter, Benfica e Cagliari, si appresta ad ospitare il Torino ferito nell'animo e nell'orgoglio di Sinisa Mihajlovic. Un toro che, con ogni probabilità, scenderà a Napoli con l'intento di invertire la rotta, provando ad approfittare di qualche passaggio a vuoto della squadra di casa. Il tecnico partenopeo studia le contromosse da opporre ai granata, con l'assemza certa di Kalidou Koulibaly.

Al posto del senegalese, che a breve partirà alla volta dell'Africa con Ghoulam per partecipare alla Coppa d'Africa, giocherà con ogni probabilità l'ex di turno Nikola Maksimovic, anche se Chiriches scalpita per un posto dal primo minuto accanto ad Albiol: a favorire il rumeno l'esperienza, l'abitudine a giocare in coppia con lo spagnolo e la maggior conoscenza dei meticolosi schemi sarriani. Tuttavia, la voglia di mettersi in mostra del centrale serbo, potrebbe far propendere per una scelta a sorpresa, con Maksimovic che tornerebbe titolare dopo un mese e mezzo circa. 

Oltre alla scelta del difensore centrale da affiancare ad Albiol, Sarri non sembra avere particolari dubbi di formazione. Si parte dai pali, dove Reina scenderà in campo come al solito. Hysaj confermato sulla destra, così come Ghoulam sull'out sinistro. A centrocampo situazione decisamente più complessa, con Zielinski che continua a confezionare prestazioni eccelse e Jorginho che a Cagliari è tornato padrone del reparto. Assieme all'insostituibile Hamsik, però, dovrebbero esserci Allan e Diawara: se quest'ultimo potrebbe essere preferito a Jorginho per le sue qualità in fase di interdizione grazie al suo fisico statuario, molto meno certa è la presenza del brasiliano ex Udinese, con Zielinski che potrebbe invece forzare il Torino ad abbassare il proprio baricentro d'azione. 

Infine, nessun dubbio davanti, dove Gabbiadini è ad un passo dalla cessione all'estero e, con ogni probabilità, partirà ancora una volta dalla panchina. Come, del resto, fare a meno di Mertens ed Insigne in questo periodo? Semplice, non si può. Allo stesso modo lo stakanovista dell'attacco azzurro, Callejon, è insostituibile, ed agirà sulla destra con il belga centravanti ed il furetto partenopeo sulla corsia mancina. Due gare, quelle contro Torino e Fiorentina, che potrebbero riavvicinare il Napoli al podio del campionato, in attesa dell'inizio del mercato di gennaio che porterà Pavoletti in dote al reparto offensivo azzurro.   

Probabile formazione Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic/Chiriches, Albiol, Ghoulam; Zielinski/Allan; Diawara/Jorginho, Hamsik; Insigne, Mertens, Callejon. All: Sarri.   

SSC Napoli