Napoli - L'insolita assenza di Callejon: Giaccherini scalpita

L'esterno spagnolo verrà squalificato dal Giudice Sportivo - si parla di due giornate - con l'esterno ex Bologna che, dopo aver reclamato più spazio, avrà a disposizione la sfida contro il Genoa per mettersi in mostra.

Napoli - L'insolita assenza di Callejon: Giaccherini scalpita
Napoli - L'insolita assenza di Callejon: Giaccherini scalpita

Un gesto di stizza. Un attimo di frustrazione, un passaggio a vuoto, inatteso, così come la sua assenza. Dopo tre anni il Napoli tornerà a fare a meno di José Callejon, arma imprescindibile sull'out destro, mastino di fatica su quella corsia laterale, attaccata a suon di tagli alle spalle dei terzini avversari, oltre che difesa con strenue resistenza ed innato senso della posizione. Una delle armi, non tanto segrete, a disposizione di Maurizio Sarri, perde il controllo, si fa espellere nel rovente ed animato primo tempo del Dall'Ara. Nervosismo frutto, forse, del fallo da rigore che qualche minuto prima aveva permesso a Reina di tornare protagonista su Destro. 

Punto, a capo. Il Napoli volta pagina, Callejon volta pagina, potendo guardare così con maggiore serenità alla preparazione della sfida di Madrid, in programma mercoledì prossimo al Bernabeu. Lo spagnolo torna a casa, nello stadio che lo ha visto protagonista nel periodo di gestione Mourinho. Salterà la partita di campionato contro il Genoa, un evento più unico che raro: una sola, infatti, la partita saltata in campionato dall'ala iberica (Sassuolo-Napoli 0-2 del 16 febbraio 2014). Un dato incredibile, sorprendente, stupefacente. 

Al posto dello spagnolo, tre le alternative, sebbene due siano decisamente più probabili dell'ultima, quella di vedere contro il Grifone Marko Rog impiegato come ala destra, al pari di Piotr Zielinski. Molto più d'attualità, oltre che percorribili, le piste che portano all'utilizzo, naturale, di Emanuele Giaccherini, che nonostante lo scarsissimo utilizzo di questa sua prima parte di parentesi partenopea, sembra essere il degno erede dello spagnolo sulla destra. L'ex Bologna, in gol contro lo Spezia, potrebbe tornare protagonista dal primo minuto, con Sarri che potrebbe puntare sulla sua voglia di mettersi in mostra. 

“Spero vivamente che Emanuele possa giocare contro il Genoa, sta benissimo fisicamente e a Bologna lo abbiamo visto, il fatto che Juve e Roma lo volessero e che il Napoli lo abbia ritenuto incedibile per noi è una lusinga immensa" le parole del procuratore del calciatore, Furio Valcareggi, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Frasi distensive, da parte di un agente, dopo le polemiche firmate Raiola della settimana scorsa, soprattutto all'indirizzo del tecnico degli azzurri: "Massimo rispetto per le scelte di Sarri, che sta facendo cose straordinarie: gli azzurri hanno la miglior rosa del campionato, a metà campo nessuno è come loro, e in attacco chiunque gioca fa gol. La Juve, quando schiera Sturaro o Rincon è battibile, quindi bisogna crederci”.

La seconda alternativa, a disposizione del tecnico toscano, potrebbe essere quella di schierare dal primo minuto Leonardo Pavoletti, con Mertens o Insigne che scalerebbero sulle corsie laterali, con uno dei due sacrificati sulla corsia di destra, non esattamente consona per sfruttare al meglio le rispettive caratteristiche. Quali saranno le scelte di Sarri?