Napoli, Sarri commenta: "Non guardo la classifica, continuiamo così"

Il tecnico del Napoli analizza la gara vinta 3-0 contro un Udinese che comunque non ha sfigurato allo Stadio San Paolo, almeno nella prima parte della contesa. Successo importante, ora gli azzurri distano solo due punti dalla Roma, seconda in classifica.

Napoli, Sarri commenta: "Non guardo la classifica, continuiamo così"
Napoli, Sarri commenta "Non guardo la classifica, continuiamo così"

Il Napoli impiega un tempo per studiare nei minimi dettagli l'Udinese, prima di colpirlo ripetutamente nei secondi 45' minuti e mandarlo definitivamente al tappeto con i gol realizzati da Mertens, Allan e Callejon. Vittoria di importanza capitale per gli uomini allenati da Maurizio Sarri che approfittano del mezzo passo falso compiuto questo pomeriggio dalla Roma (1-1 casalingo contro l'Atalanta, in rimonta e con annesso pesante fiatone) ed avvicinano il secondo posto, ancora di proprietà dei giallorossi, ma ora distante appena due punti.

L'allenatore del Napoli ha analizzato il match, giudicando positiva la prova corale di squadra, seppur secondo il suo modo di vedere, sia mancata l'ultima fase, quella risolutiva, nel corso della prima frazione di gioco: "La squadra nel complesso mi è piaciuta, i ritmi sono stati buoni, solo che siamo mancati, nel corso del primo tempo, negli ultimi 20/25 metri; abbiamo però avuto molta pazienza, ed una volta sbloccata la gara nei primi minuti del secondo tempo, ci siamo sciolti, ed abbiamo ritrovato il bandolo della matassa anche negli ultimi metri. Sapevamo che c'era da soffrire, l'Udinese è una signora squadra, abituata a giocare su buoni livelli in Serie A e soprattutto è guidata da Delneri che reputo uno degli allenatori più preparati in Italia. Siamo stati bravi a scardinare la difesa avversaria, e dopo aver sbloccato la gara con Mertens, abbiamo avuto il pallino del gioco nelle nostre mani, dimostrando buone geometrie, ed anche interessanti spunti personali".

Il Napoli è in un ottimo momento di forma, è ormai alle spalle il periodo di appannamento che gli azzurri vissero subito dopo l'infortunio di Arkadiusz Milik: "Sono periodi che capitano, chi svolge questo lavoro sa bene che possono capitare momenti sfavillanti in cui ti va bene tutto, ed altri meno buoni in cui ti accarezza l'idea di mollare tutto. Tra la 6^ e la 12^ giornata di campionato abbiamo attraversato il momento meno redditizio dal punto di vista dei punti realizzati, seppur non abbiamo mai perso la pericolosità di squadra. Questo mesetto mediocre ha un pò compromesso la lotta al secondo posto, che però ora, con l'aver ottenuto importanti risultati positivi, è realtà".

Un accenno al mercato, con la trattativa per il rinnovo contrattuale di Dries Mertens che resta ancora alquanto delicata, parecchio spinosa: "A me interessa che i calciatori restino perchè hanno voglia di lottare e dare tutto per un progetto importante, quale il nostro. Io non sono nelle condizioni di obbligare Mertens a prendere determinate scelte. Certo, lui è importantissimo per il nostro sistema di gioco, ma se dovesse preferire in estate altri lidi, son sicuro che la societa non si farà trovare impreparata e dunque acquisterà un altro calciatore dalle qualità di pari livello".

Al termine della brillante vittoria, ha rilasciato dichiarazioni anche il centrocampista brasiliano Allan, il quale ha siglato il secondo gol del Napoli, spianando la strada del successo alla sua compagine:" È stata una grande gara, giocata davvero bene da tutti noi. Non segnavo da tempo, ed il gol ha impreziosito ancora di più la bellezza della serata. Ci siamo avvicinati al secondo posto, distante ora solo 2 punti. Bisogna crederci, abbiamo le qualità per operare il sorpasso e regalare questa gioia ai tifosi che hanno in questa occasione stati letteralmente speciali, direi unici".