Il Napoli batte il Cagliari (3-1) e sale al secondo posto: le parole dei protagonisti

Nel primo anticipo della 35° giornata di serie A gli azzurri vincono contro il Cagliari per 3-1. Sarri: "Dobbiamo crescere in mentalità". Rastelli: "Questo Napoli ti fa correre tanto: ci siamo sentiti impotenti".

Il Napoli batte il Cagliari (3-1) e sale al secondo posto: le parole dei protagonisti
Il Napoli batte il Cagliari (3-1) e sale al secondo posto: le parole dei protagonisti

Nel primo anticipo della 35ª giornata di Serie A, il Napoli batte il Cagliari 3-1 e si porta al 2° posto, aspettando la Roma di scena domani sera a San Siro contro il Milan: un risultato mai messo in discussione al San Paolo con gli azzurri che hanno dominato per tutti i 90 minuti. Man of the match è Mertens che, nel giorno del suo compleanno (30 anni ndr), si regala una  doppietta e arriva a 30 gol in stagione. Ma andiamo a sentire le parole dei protagonisti.

Sarri: "Siamo contentissimi per quello che stiamo facendo"

Soddisfatto il tecnico del Napoli: "Prima di chiudere la partita siamo stati a tratti leziosi. Se la nostra mente si abitua a questo prima o poi regaleremo gol anche con la partita in bilico". Una squadra in continua crescita: "Abbiamo una squadra di qualità, ma dobbiamo ancora crescere a livello di mentalità. Lo dimostra la partita di oggi perché abbiamo regalato un gol al 93' quando eravamo in completo controllo. Speriamo di farlo e di diventare ancora più competitivi" ma cosa manca a questo Napoli per puntare allo Scudetto?: "Ho già risposto a questa domanda e mi sono stufato di farlo ancora. Ringrazio i tifosi della Curva B e tutti gli altri per lo striscione e perché a me hanno sempre dimostrato un grande attaccamento. Mi hanno fatto sentire sempre importante".

Il futuro di Maurizio Sarri è lontano dal capoluogo campano?: "Mi piacerebbe andare via quando finisce il progetto, ma nella vita non si sa mai. In questo momento non ci sono cose che mi lasciano pensare di andare via. Non so a che panchina mi accostano e manco mi interessa perché non farei mai una trattativa prima di avvisare la mia società. Sono tutte storie che vengono dai giornalisti e non mi interessano". 

Rastelli: "Abbiamo fatto il massimo, il Napoli ti fa sentire impotente e corri a vuoto"

Cagliari mai entrato in partita: "Non pensavo di prendere gol dopo un minuto, in un attimo è cambiato il nostro disegno tattico ma nonostante questo nel primo tempo non ci siamo snaturati. Sapevamo di affrontare una squadra forte, che gioca un gran calcio. Se gli concedi spazio ti fanno a fettine ma nei primi quarantacinque minuti abbiamo tenuto abbastanza bene. Dopo il raddoppio è diventato tutto più difficile e la partita è finita lì. Se ci fossimo allungati di più avremmo permesso agli attaccanti veloci del Napoli di crearci maggiori difficoltà". 

In chiusura domanda simile a quella fatta a Sarri, Rastelli continuerà ad allenare il Cagliari anche la prossima stagione?: "Il futuro? Chi vivrà vedrà, ma a me piacerebbe continuare con questo progetto. Le sensazioni sono positive, è normale che non ci siano ancora stati approcci e incontri per definire il futuro. Vorrei continuare il progetto con questa squadra, abbiamo raccolto informazioni importanti quest'anno". 

[fonte: Premium Sport]


Share on Facebook