Napoli, quanto sei bello. Cosa ti manca per vincere un titolo?

Calcio spettacolo, gioco corale e uno dei migliori reparti offensivi d'Europa: Sarri e il Napoli sono spettacolari, ma cosa occorre per portare a casa un meritato trofeo?

Napoli, quanto sei bello. Cosa ti manca per vincere un titolo?
Photo by "Tuttosport"

E' impossibile non alzarsi in piedi e applaudire di fronte a una squadra del genere. Ogni sportivo che ama il calcio deve ammettere che questo Napoli gioca il calcio più bello d'Italia. Abbiamo di fronte una squadra spettacolare e con un gioco che, sicuramente, è ammirato in tutta Europa. Merito al duro lavoro di Maurizio Sarri, bravo a installare nella testa dei calciatori un modulo che si sposi perfettamente con il loro stile di gioco. Il 4-3-3 resterà il marchio di fabbrica di tante squadre più blasonate come il Barcellona, ma ogni volta che vi trovate di fronte a quei numeri è inevitabile un paragone con i partenopei. Ci sono tutti i presupposti per etichettare questa realtà come una dolce favola che è destinata a durare per molti anni: Sarri arriva dall'Empoli in punta di piedi e con un Gonzalo Higuain nel motore. Dopo 36 goal stagionali viene ceduto, ma il tecnico non demorde e riesce a trasformare il suo tridente in una vera e propria macchina da 86 marcature, ben 14 in più dei futuri campioni d'Italia della Juventus. Callejon, Mertens e Insigne: ecco i tre tenori, ecco i cosiddetti "Scugnizzi" che hanno portato il Napoli ai vertici.

Per il momento, però, non sono arrivati trofei. In molti si chiedono cosa manca a questa squadra per portare a casa qualche titolo? L'idea è quella di riportare lo scudetto a Napoli in brevissimo tempo, ma neanche quest'anno è stato possibile. Complice un avvio di stagione incerto e con una difesa non sempre impeccabile, ma merito anche a una Juventus sicuramente più completa in ogni reparto. Esatto, è proprio sul termine "coperto" che dobbiamo soffermarci.

Il Napoli, per puntare a simili traguardi, deve rinforzare ulteriormente la rosa nel reparto difensivo. Attacco e centrocampo sono ottimi, e bisognerà intervenire solamente nel caso in cui qualche pezzo pregiato dovesse partire. La difesa deve essere puntellata, non smantellata. Due centrali di livello e un paio di esterni dovrebbero garantire a Sarri il definitivo salto di qualità. Manca veramente poco per riscrivere la storia, e nella prossima stagione (mercato permettendo) assisteremo a un Napoli più completo sotto questo punto di vista.

SSC Napoli