Napoli, ag. Koulibaly: "Sta bene in azzurro, buon segnale i rinnovi di Insigne e Mertens"

Il procuratore di Koulibaly prova a spegnere le voci di mercato intorno al difensore del Napoli

Napoli, ag. Koulibaly: "Sta bene in azzurro, buon segnale i rinnovi di Insigne e Mertens"
Kalidou Koulibaly, tuttosport.com

Fra i tanti meriti del lavoro di Maurizio Sarri con il Napoli c'è anche quello di avere ritrovato e rilanciato in maniera prepotente un giocatore come Koulibaly che sotto la gestione Benitez sembrava in grossa difficoltà. Con Sarri, invece, Koulibaly è diventato titolare quasi inamovibile, con il Napoli pronto a rifiutare offerte importanti la scorsa estate pur di trattenerlo in azzurro. Anche per l'estate in arrivo le intenzioni della società sembrano essere le stesse.

E KK? Per lui prova a fare chiarezza l'agente, Bruno Satin, ai microfoni di Radio Crc: "Kalidou? E' legato al club, è apprezzato dai tifosi, sta bene così come la sua famiglia e non tocchiamo questi discorsi. Offerte? Il Napoli ha voluto tenerlo l'anno scorso e lui è rimasto. Chelsea senza Terry? Non puntavano su di lui, era vecchio, non era un punto fermo. Rinnovi Insigne-Mertens? E' contento per i compagni, è molto legato a Dries. Se i suoi amici restano tutti è un segnale. Scudetto? Sì, ci punteranno, ma già quest'anno si puntava. Schick alla Juventus? No, assolutamente. Io do una mano all'agente. Napoli? E' caduta la linea."

Napoli che sta portando avanti un grande campionato e che con i rinnovi di Insigne e Mertens vuole dare un segnale chiaro di continuità e voglia di puntare sempre più in alto: "Il Napoli sta facendo un grande campionato, ma ci sono due squadre davanti e la Roma difficilmente si fermerà col Genoa. Futuro? Sì, ma il presente però è importante. Nella prima parte forse la Champions ha tolto qualche energia. C'è un distacco tra quanto fatto sul campo, mostrando il gioco migliore, ed il risultato. Il Napoli sta facendo un calcio bellissimo, ma qualche punto manca, c'è ancora da migliorare. La società ha dimostrato la sua forza, ha metabolizzato la partenza del Pipita, chiuderà con più gol. C'era paura dopo quella partenza, ma alla fine il Napoli non è cambiato ed ha una rosa fortissima."


Share on Facebook