Napoli, Karnezis è più di un'idea: le ultime

Il portiere greco negli ultimi giorni sembra davvero vicino a vestire la maglia azzurra. Una soluzione-ponte per la squadra del presidente De Laurentiis che sembrerebbe rimandare di 12 mesi la scelta del sostituto di Reina.

Napoli, Karnezis è più di un'idea: le ultime
Karnezis in maglia Udinese.

Dopo circa due mesi sembra essere arrivata ad uno snodo la situazione portiere in casa Napoli. Dopo una miriade di nomi, quasi tutti fasulli e campati per aria, il profilo di Orestis Karnezis dovrebbe essere stato individuato dallo staff tecnico del Napoli come quello più idoneo a ricoprire il ruolo di vice-Reina per il prossimo campionato, liberando eventualmente la strada anche per una cessione di Luigi Sepe (comunque fondamentale, per ora, in ottica lista). Con l'acquisto di Karnezis, 32enne estremo difensore greco, attualmente in forza all'Udinese, il Napoli si assicurerebbe un portiere di discreta affidabilità, già forgiato da diverse battaglie nel campionato di serie A. Rimandati quindi al prossimo anno tutti i discorsi per la sostituzione in pianta stabile di Pepe Reina, che presumibilmente nelle prossime ore rinnoverà il contratto che lo lega alla società azzurra allungandolo di un altro anno. 

La trattativa con l'Udinese, visti gli ottimi rapporti tra le dirigenze, è già imbastita: circa 3 milioni di euro saranno versati nelle casse del club bianconero, che ha deciso di affidare i galloni della titolarità per il prossimo campionato a Scuffet, ex-bimbo prodigio definitivamente pronto per il salto di qualità, con Albano Bizzarri a fargli da vice. Proprio in giornata il direttore sportivo dell'Udinese Manuel Gerolin ha confermato il possibile buon esito della trattativa, dichiarando ai microfoni di Sportitalia che "Ci sono buone possibilità che Karnezis vada al Napoli".

Resta a questo punto solo da vedere quale sarà il destino di Sepe e Rafael, che con l'arrivo di Karnezis si vedrebbero tagliata anche la possibilità di fare da vice al portiere spagnolo. Mario Giuffredi, agente di Sepe, è già a Dimaro in vece di accompagnatore di Mario Rui, ultimo acquisto azzurro, e sicuramente in questi giorni si troverà modo di parlare anche di Luigi Sepe con la dirigenza azzurra. Per Rafael la situazione è leggermente più complessa: il portiere brasiliano ha ancora un anno di contratto con la società partenopea ed il suo ingaggio è ritenuto troppo elevato da quasi tutte le squadre interessate. Si attendono sviluppi quindi su entrambi i fronti, con il Napoli che potrebbe completare il reparto, qualora dovessero partire entrambi i giocatori, con un giovane proveniente dal vivaio (Nikita Contini potrebbe essere un buon profilo a tal proposito) rimpiazzando quindi adeguatamente Sepe, o, seguendo lo stesso principio, con un "vecchio" prodotto azzurro come Nando Coppola, già da qualche anno accostato al Napoli per questo motivo.


Share on Facebook