Napoli, Maggio: "Con Sarri abbiamo iniziato a credere nei nostri mezzi. Vogliamo qualcosa di importante"

Il terzino vicentino, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, ha ribadito gli obiettivi stagionali dei partenopei di Maurizio Sarri.

Napoli, Maggio: "Con Sarri abbiamo iniziato a credere nei nostri mezzi. Vogliamo qualcosa di importante"
Napoli, l'ovvietà di Maggio

Continua la lunga serie di interviste rilasciate dai calciatori del Napoli nel ritiro di Dimaro e, oggi, nell'immediata vigilia della sfida contro il Chievo Verona, è toccato a Christian Maggio, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, parlare dei temi principali di casa azzurri: “Ormai siamo verso la fine del ritiro, abbiamo fatto 20 giorni alla grande e ci siamo allenati bene anche grazie al clima, perfetto. Oggi concludiamo il giro di amichevoli col Chievo che è una squadra che ci ha sempre dato fastidio, sarà un buon test per arrivare al preliminare in buone condizioni. Il bilancio? Il test di stasera darà indicazioni in più, arriviamo da qualche giorno di preparazione importante, partite come questa danno benzina nelle gambe”.

Un ritiro ricco di entusiasmo e rinnovata consapevolezza nei propri mezzi, che spingono il Napoli verso la lotta allo scudetto: “Se si può fare? Ormai da 2-3 anni la squadra è cambiata molto, con l’arrivo del mister ha iniziato a credere nei suoi mezzi, dobbiamo cercare di tenere alto il ritmo dalla prima all’ultima giornata. Vedo che è cambiato qualcosa anche tra noi calciatori: vogliamo fare qualcosa di importante, non sarà facile ma abbiamo le qualità per riuscirci”. E sugli arrivi di Mario Rui ed Ounas, prosegue: “Possono darci una grossa mano, si sono inseriti subito nel gruppo”.

Tuttavia, quello del campionato non è l'unico obiettivo stagionale dei partenopei, con Maggio che volge lo sguardo al preliminare di Champions League: “E’ il nostro obiettivo principale, vogliamo arrivarci nel miglior modo possibile”. Una battuta anche su mister Sarri, prima di spostare l'attenzione su De Laurentiis: “Il mister non molla mai, cerca di aiutarci e darci consigli ogni giorno. Abbiamo acquisito una certa mentalità ma vogliamo continuare a migliorare. Il presidente? Fa sempre piacere, un elogio detto da una persona importante come il presidente è una bella cosa. Ovviamente mi piacerebbe giocare di più, ma questo fa parte del ciclo di un calciatore. L’importante è farsi trovare pronti”.

SSC Napoli