Napoli, si torna a Castelvolturno: gli azzurri preparano l'Audi Cup

Dopo due giorni di riposo assoluto al termine del ritiro di Dimaro, il Napoli si è ritrovato ieri pomeriggio alle dipendenze di Maurizio Sarri per preparare il torneo che martedì e mercoledì li vedrà impegnati a Monaco di Baviera contro Bayern Monaco, Atletico Madrid e Liverpool.

Napoli, si torna a Castelvolturno: gli azzurri preparano l'Audi Cup
Napoli, si torna a Castelvolturno: gli azzurri preparano l'Audi Cup

E' ripresa ieri pomeriggio, al centro sportivo di Castelvolturno, la marcia del Napoli di Maurizio Sarri verso il preliminare di Champions League, in programma tra due settimane e mezzo. Gli azzurri, impegnati in una seduta pomeridiana, hanno ripreso i battenti dopo due giorni di riposo ordinato dal tecnico toscano al termine dell'estenuante ritiro di Dimaro. Partenopei già in palla, che in questi giorni ultimeranno la preparazione in vista dell'impegno di martedì e mercoledì, quando Hamsik e compagni saranno in campo all'Allianz Arena di Monaco di Baviera per l'Audi Cup. 

Avversari di extralusso quelli che affronteranno gli azzurri, i quali scenderanno in campo per primi alle 17.45 di martedì pomeriggio contro l'Atletico Madrid del Cholo Simeone. Quest'oggi Mertens e compagni si ritroveranno per una doppia seduta di allenamento - a breve quella mattutina. Sarri continuerà a lavorare, come ieri, sia sulla fase difensiva che sullo sviluppo della manovra, prima di miscelare il tutto nelle solite partitelle che caratterizzano gran parte degli allenamenti dei partenopei. 

Napoli che sfrutterà questi ultimi giorni all'ombra del Vesuvio per limare gli ultimi dettagli in vista delle quattro amichevoli di livello assoluto - Atletico prima, poi la seconda sfida dell'Audi Cup prima del trasferimento in Inghilterra per la sfida al Bournemouth - che faranno da antipasto alla presentazione della squadra al San Paolo, contro l'Espanyol, ma soprattutto all'evento di questo mese di agosto, quel preliminare che i partenopei vogliono e devono affrontare nel migliore dei modi per evitare un'altra caporetto come a Bilbao. Quattro amichevoli per testare gamba e meccanismi, gli azzurri vogliono rispondere presente. 


Share on Facebook