Insigne carica il Napoli, c'è il Nizza

In conferenza, al fianco del tecnico, il fantasista "chiama" i compagni, gara decisiva.

Insigne carica il Napoli, c'è il Nizza
Insigne

Al fianco di Maurizio Sarri, Lorenzo Insigne, lo scugnizzo di Napoli. Sul piatto, il preliminare di Champions, gara d'andata con il Nizza in programma domani sera al San Paolo. Il 24 segue le orme del tecnico ed evidenzia, in apertura, le insidie della contesa. Crocevia di stagione, perché dall'approdo ai gironi di Coppa passa il futuro del Napoli, sul mercato e in campo. Come il tecnico, Insigne svicola sull'assenza di Balotelli, anzi conferma le qualità del Nizza. Gruppo, quello transalpino, poco celebrato, ma in grado di sfornare prestazioni maiuscole. D'obbligo, quindi, entrare sul prato di casa convinti della propria forza, senza eccedere in superbia. 

C’è grande entusiasmo, ci aiuta a lavorare più sereni e a preparare bene una partita difficile, cercheremo di metterli in difficoltà. L’affronteremo come una finale, cercheremo di dare il massimo per affrontare la gara di ritorno più sereni".

"Nizza senza Balotelli? Hanno grandi giocatori, non importa chi gioca, noi dobbiamo esprimere il nostro gioco. Abbiamo fatto un grande ritiro, abbiamo lavorato molto bene anche nelle amichevoli. Arriviamo a questa partita preparati sia fisicamente che psicologicamente, cercheremo di fare risultato".

Il Napoli raggiunge la partita forte di un'ottima preparazione. Sedute di lavoro intense, un gruppo che si conosce alla perfezione, conferme di campo. Nessun passo falso nell'avvicinamento al big match interno. Insigne riavvolge il nastro e torna alla passata edizione, una citazione per il doppio confronto con il Real, propositi importanti. Il Napoli deve sedere al tavolo dei grandi, ne ha le potenzialità. 

"Il Nizza anche se non ha grandi nomi, ha giocatori di talento, non dobbiamo commettere gli errori che abbiamo commesso in campionato. È una partita con ritorno, quindi non dobbiamo sbagliare la prima partita. Noi siamo una grande squadra con grandi giocatori. In campionato, anche nei momenti difficili non ci siamo mai disuniti, contro il Real Madrid abbiamo dimostrato di poter stare a grandi livelli. Possiamo stare in Champions League e ci dobbiamo rimanere il più a lungo possibile. Noi dobbiamo migliorare mentalmente, le partite vanno preparate tutte allo stesso modo, ma alcune squadre hanno giocatori che decidono la partita in qualsiasi istante"