Verso Nizza - Napoli, Mertens c'è

Il belga ha ancora fastidio al mignolo del piede infortunato sabato sera al Bentegodi, ma stringerà i denti e sarà regolarmente in campo all'Allianz Riviera dal primo minuto.

Verso Nizza - Napoli, Mertens c'è
Verso Nizza - Napoli, Mertens c'è

Niente paura, fugati tutti i dubbi della vigilia, Dries Mertens all'Allianz Arena sarà regolarmente in campo. Dopo le rassicurazioni del caso arrivate nel pomeriggio di ieri in conferenza stampa dalle parole di Maurizio Sarri, arrivano in questi minuti, a poche ore dalla sfida di Nizza, le conferme del caso: l'attaccante belga, nonostante qualche piccolo residuo fastidio al mignolo del piede che gli duole da sabato sera, vestirà la sua maglia numero 14 anche in terra francese. 

Tirano un grosso respiro di sollievo i tifosi del Napoli che, nelle ultime ore, si interrogavano riguardo le condizioni del folletto fiammingo ex PSV, assentatosi in via del tutto precauzionale dall'allenamento di ieri effettuato al centro sportivo di Castelvolturno. Mertens stringe i denti, si tiene stretta la sua maglia da titolare dall'assalto del compagno di squadra e di reparto polacco Arkadiusz Milik. Nonostante la confortante prestazione dell'ex Ajax sabato sera al Bentegodi, la presenza di Mertens sul manto erboso dell'Allianz Riviera avrà un effetto decisamente differente sulla gara, sia per i compagni che per gli avversari. 

Dante e Le Marchand, ampiamente avvisati nella gara d'andata, saranno costretti dunque agli straordinari questa sera per arginare le iniziative dell'attaccante belga, pronto a scattare ed attaccare gli spazi che si creeranno tra le maglie difensive dei nizzardi. Una presenza, quella di Mertens, di fondamentale importanza per il Napoli e per Maurizio Sarri, che ieri ha sottolineato quanto sia necessario il lavoro del belga per il resto della squadra, unite chiaramente alle sue doti di finalizzatore. 

Inoltre, per quel che concerne la formazione ufficiale dei partenopei che sarà di scena all'Allianz Riviera, Sarri avrebbe scelto Jorginho al posto di Diawara, sciogliendo così l'ultimo dubbio della vigilia e confermando di fatto l'undici che sei giorni fa ha travolto il Nizza al San Paolo.