Un ottimo Palermo tiene testa all'Inter: 1-1

Grande prestazione quella dei rosanero - chiamati ad un importante banco di prova - che alla Favorita mostrano grinta e coraggio. Il pari alla fine è il risultato giusto, ma il Palermo - dopo un inizio zoppicante - ha dimostrato di avere tutti i requisiti per disputare un'ottima stagione.

Palermo
1 1
Inter
Palermo: (3-5--1-1) Sorrentino; Andelkovic, Terzi, Feddal; Morganella, Bolzoni (65mo Belotti), Rigoni, Barreto, Lazaar (74mo Daprelà); Vazquez (83mo Quaison); Dybala Panchina: Ujkani, Vitiello, Pisano,Pereira, Makienok, Palmieri Dos Santos, Ngoyi, Chochev, Bamba Allenatore: Iachini
Inter: (3-5-2) Handanovic; Ranochia, Vidic, Juan Jesus (65mo Hernanes); D'Ambrosio (56mo Dodò), Guarin, Medel, Kovacic (79mo Palacio), Nagatomo; Osvaldo, Icardi Panchina: Carrizo, Jonathan, Andreolli, Campagnaro, Kuzmanovic, Obi, Mbaye, Khrin, M'Vila Allenatore: Mazzarri
SCORE: min. 5 Vazquez, 42mo Kovacic
ARBITRO: Valeri di Roma Ammoniti: Juan Jesus, Medel, Rigoni,Morganella, Ranocchia, Dodò

La squadra di Iachini supera a pieni voti l'esame Inter. I siciliani - specie nel primo tempo - non solo hanno saputo imbrigliare la manovra nerazzurra, ma anche attaccare e mettere paura alla retroguardia avversaria. Il tecnico nativo di Ascoli Piceno schiera un 3-5-1-1 con le novità dello svizzero Morganella al posto di Pisano, della conferma di Feddal e dell'esordio in campionato di Lazaar. Ancora panchina dunque per Bamba, che alla vigilia sembrava nettamente in vataggio sull'ex difensore del Siena per una maglia da titolare. Partenza sprint del Palermo, che già al minuto 5 passa in vantaggio: grave ingenuità di Vidic che s'impappina in area, e Vazquez ne approfitta segando la rete dell'1-0 con un sinistro che batte Handanovic. Esplode il "Barbera". Nonostante il vantaggio, i rosanero continuano ad attaccare a ritmi impressionanti e a non far giocare l'Inter. Il più attivo è Dybala, che in più di un'occasione crea problemi al pacchetto arretrato avversario. La prima vera azione pericolosa della squadra di Mazzarri arriva al 32mo con un potente tiro da fuori di Guarin con palla che esce fuori di pochissimo. Il pareggio, tuttavia, arriva pochi minuti dopo quando Kovacic - sempre da fuori area e aiutato anche da un controllo sbagliato di Osvaldo - con un rasoterra angolato segna il gol dell'1-1. E sul finire del primo tempo l'Inter potrebbe addirittura raddoppiare con una rete di testa Vidic poi annullata per fuorigioco di Osvaldo. Finisce così il primo tempo.

A inizio ripresa altro gol annullato agli ospiti: Icardi segna ma è ancora fuorigioco. Il Palermo sembra essere leggermente in affanno. Iachini intorno al 62mo inserisce Belotti per Bolzoni, il segnale è chiaro: i rosanero vogliono provare a vincere la partita. Vazquez va due volte vicino al gol, ma prima colpisce la traversa - complice anche una deviazione di Ranocchia - e nella seconda occasione capitata pochi minuti dopo la palla finisce fuori. Verso la fine del match è Belotti ad anare vicino alla rete del possibile 2-1. Ma a ridosso del triplice fischio finale Sorrentino si supera su un colpo di testa di Osvaldo, evitando così la beffa finale.

Al termine della gara Iachini afferma al sito di Di Marzio: "La squadra ha fatto un'ottima partita, cercando il gol per tutti i 90' e tenendo bene il campo contro una squadra come l'Inter. Nella seconda parte del secondo tempo siamo stati bravi a crederci, peccato non aver concretizzatole tante occasioni che abbiamo avuto. Comunque è la gara che volevo i ragazzi facessero". Circa l'espulsione il tecnico dichiara: "Ho sbagliato a protestare, ma dal campo non mi sembrava ci fosse stata questa grande spinta". E sui gioiellini Dybala e Belotti: "Hanno solo vent'anni, possono ancora crescere tanto. Stanno facendo già molto bene, ma dobbiam dargli tempo".