Nocerino e la dura legge dell'ex: il Parma stende il Palermo

Il Parma, nonostante il fallimento e nonostante tutto, dimostra l'ennesima prova di orgoglio, e batte 1-0 un Palermo spento e con poche motivazioni. Per i ducali sono 3 punti che poco influiscono sulla classifica, ma premiano gli uomini di Donadoni per la serietà e la professionalità di tutta la rosa. Male, invece, i siciliani: dopo due vittorie consecutive contro Udinese e Genoa, i rosanero sono inciampati in una brutta sconfitta.

Nocerino e la dura legge dell'ex: il Parma stende il Palermo
Ansa.it (Getty imgaes)
Parma
1 0
Palermo
Parma: (3-5-2) Mirante; Mendes (72mo Lila), Costa, Feddal; Varela (61mo Cassani), Mauri, Jorquera, Nocerino, Gobbi; Coda (55mo Belfodil), Ghezzal Panchina: Iacobucci, Bajza, Broh, Palladino, Lodi, Lucarelli, Mariga, Santacroce, Esposito Allenatore: Donadoni
Palermo: (3-5-1-1) Ujkani; Vitiello, Gonzalez, Andelkovic; Rispoli (70mo Quaison), Bolzoni (56mo Belotti), Maresca, Chochev, Lazaar; Vazquez (85mo Bentivegna), Dybala Panchina: Sorrentino, Ortiz, Della Rocca, Joao Silva, Terzi, Makienok, Milanovic, Rigoni
SCORE: 23mo Nocerino su rigore
ARBITRO: Di Bello (ITA) Ammoniti: Costa, Feddal, Gobbi, Lila

Come scritto sopra, il campionato del Parma non è affatto finito. Togliendo i 7 punti di penalizzazione, i ducali condividerebbero il terz'ultimo posto con il Cesena, che oggi ha perso per 3-1 a "Marassi" contro il Genoa. Quanto al Palermo, i rosanero hanno disputato una deludente gara. Si salva solo Vazquez, il quale ha predicato nel deserto.

Passando al match, Donadoni ripropone dal primo minuto Mendes, Jorquera e Coda, al posto di Santacroce, Lodi e Belfodil. Anche Iachini, a sorpresa, schiera Ujkani in porta per Sorrentino e Bolzoni a centrocampo lasciando in panchina Rigoni.

Già nei primi 20 minuti il Parma si rende pericoloso, prima con Ghezzal (conclusione bloccata da Ujkani) e poi con Coda, che di testa colpisce la traversa. E pochi minuti dopo arriva l'episodio chiave del match: l'ex Rispoli stende in area Gobbi, e per l'arbitro Di Bello non ci sono dubbi: rigore ineccepibile. Dal dischetto si presenta Nocerino, tre stagioni al Palermo tra il 2008 e il 2011: Ujkani intuisce il tiro, ma la palla è in rete. 1-0. I rosanero creano pericolo solo al 39mo con una conclusione di Dybala: l'argentino, imbeccato da Vazquez, scarta Mirante, ma l'altro ex Feddal salva appena prima della linea. Si va dunque all'intervallo.

All'inizio del secondo tempo Iachini inserisce Belotti per un deludente Bolzoni, ed è proprio l'ex Albinoleffe ad andare vicino all'1-1 con un tiro sul quale Mirante ci mette la pezza. Mentre poco dopo è il portiere del Palermo a compiere gli straordinari su Jorquera e Belfodil, quest'ultimo subentrato a Coda al 55mo. Ed è ancora l'attaccante algerino ex Inter e Livorno a sfiorare il 2-0 di testa all'89mo. Finisce 1-0.

Così un rammaricato Iachini ai microfoni di Rai Sport: "Non siamo partiti bene nel primo quarto d'ora quando di solito diamo una bella impronta alle gare. Il Parma ha sfruttato una buona occasione per portarsi in avanti, noi ci abbiamo provato a rimettere la gara sui binari giusti. Ci è mancato il gol, è stato bravo Mirante e noi potevam fare qualcosa di più e meglio".

Palermo