Palermo, parola a Viviani: "Sarò a disposizione di Barros Schelotto"

Il neo-(vice)allenatore del club ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa: ecco le sue prime parole da coach del Palermo.

Palermo, parola a Viviani: "Sarò a disposizione di Barros Schelotto"
Fabio Viviani, 49 anni. Google.

Entusiasmo per il neo-allenatore del Palermo - futuro assistente di Barros Schelotto Fabio Viviani. Dopo le polemiche legate alla figura di Ballardini, il 49enne si è presentato così in conferenza stampa: ecco tutte le dichiarazioni, a partire da quella che è stata la situazione che ha condotto al suo arrivo.

"Venerdì ero in Portogallo, domenica sarei dovuto andare in Francia per vedere dei giocatori. Ma sono un professionista e principalmente un allenatore; sono curioso anche io per Schelotto. Ci conosceremo stasera, mi metterò completamente a disposizione.".

Un cenno alle prime sensazioni e un racconto della settimana: "E' stata una settimana particolare. Si sono impegnati per rientrare bene con due partite in pochi giorni. Quindi ho cercato di approcciarmi martedì ma gli ho dovuto dare sempre tempo per riapprocciarsi sul campo e piano piano abbiamo cominciato a preparare il match. ".

La presentazione del match: "E' una partita importante e difficile e uno scontro diretto, che non é mai da sottovalutare. Quello di Genova é uno stadio difficile che aiuta tanto la squadra di casa. Se giochiamo come sappiamo sfrutteremo le nostre armi, che sono tante e le abbiamo dimostrate. Affrontano la partita come un duello individuale e puntano tanto sull'1v1, sia in fase difensiva che offensiva. Hanno tanta qualità davanti ma dietro possiamo avere degli spazi. Ho avuto ampia possibilità dai giocatori e le mie sensazioni positive le ho trasmesse alla squadra. Ho mal di pancia da un paio di giorni.".

Qualche domanda sulla tattica: "La squadra mi ha dimostrato di avere delle certe conoscenze in una certa direzione, che siamo andati a confermare. Credo che vogliate sapere della difesa a 3; abbiamo dato più solidità alla difesa come reparto vero e proprio, ma più in generale l'organizzazione di squadra per andare a sfruttare le occasioni che il Genoa ci concederà.".

Infine una dichiarazione su Balogh, neo acquisto: "Dal punto di vista dell'occhio mi ha sorpreso. Ha una struttura fisica importante ma anche agilità e tecnica non indifferente, in proporzione. Potrà fare bene, per adesso ha dei problemi con la lingua che sta cercando di risolvere ma é carico perché questa per lui sarà una grandissima chance."


Share on Facebook