Palermo, parla il d.s. Salerno: "Dispiaciuti per la scelta di Corini". In arrivo il nome del sostituto

Nicola Salerno commenta la decisione di Eugenio Corini di dimettersi da allenatore del Palermo. La società, intanto, valuta diversi nomi per la panchina.

Palermo, parla il d.s. Salerno: "Dispiaciuti per la scelta di Corini". In arrivo il nome del sostituto
Nicola Salerno, 90min.com

Continua la stagione complicata per il Palermo di Zamparini e del nuovo d.s. Nicola Salerno, da pochi giorni in carica e già alle prese con l'ennesimo cambio di panchina delle ultime stagioni. In questo campionato i rosanero hanno già visto venire e andare prima De Zerbi, esonerato e poi Corini, dimessosi nelle scorse ore. Adesso è caccia al sostituto perché la stagione non può considerarsi archiviata adesso, nonostante le oggettive difficoltà.

Intervenuto a Radio CRC, Salerno ha commentato la scelta di Corini di rassegnare le proprie dimissioni da allenatore rosanero dopo il k.o. casalingo contro l'Inter di Stefano Pioli: "Mi è dispiaciuto per la scelta di Corini, si era instaurato un buon rapporto. Corini è una persona seria, in questi pochi giorni ho visto comunque che ha ottime qualità. Lui avrebbe voluto un lavoro finalizzato anche in prospettiva, ma in questo momento nessuno può dare garanzie sul futuro. Ci sono altri problemi da risolvere, anche perché non abbiamo ancora alzato bandiera bianca. Ballardini? Ho lavorato con lui, ho avuto esperienze positive, l'ho sempre tenuto in considerazione. In questo momento bisogna fare delle valutazioni."

Riflessioni che sono in corso, ma che non dovrebbero portare all'ennesimo ritorno di Davide Ballardini in Sicilia. Ci sarebbe stato un incontro fra il tecnico e Zamparini, ma questo faccia a faccia non avrebbe portato ad un accordo fra le parti. Salerno, allora, in stretto contatto con il presidente, sta valutando altri profili. Al momento quello più avanti sembra essere legato al nome di Diego Lopez. Lo conferma anche Zamparini a Sky Sport: "Diego Lopez prossimo allenatore? Non abbiamo ancora scelto nessuno, sta arrivando in Italia: lo incontreremo e decideremo. E' la scelta preferita del nostro direttore Salerno e io devo conoscerlo. Ritengo la squadra possa ancora salvarsi, certamente non ero contento del gioco. Corini? Era un compito molto difficile, non è facile arrivare nella sua situazione. Corini non è riuscito a cambiare la mentalità della squadra."

Palermo